Quattordicesima mensilità in arrivo per 3,5 milioni di pensionati che, nel prossimo mese di luglio, potranno contare sul bonus riservato agli assegni al di sotto di una soglia prestabilita. Dopo un mese di giugno che ha visto gli assegni Inps falcidiati dai tagli sulle cosiddette ‘Pensioni d’oro’ e dai conguagli, finalmente una buona notizia, quindi, per molti pensionati.

Nei prossimi giorni l’Inps dovrebbe pubblicare il documento riepilogativo per quanto riguarda l’importo del bonus e i requisiti degli aventi diritto che è comunque possibile anticipare in quanto saranno gli stessi di quelli previsti lo scorso anno.

Quattordicesima mensilità pensioni: a chi spetta

La quattordicesima mensilità è riconosciuta dall’Inps ai pensionati che hanno compiuto i 64 anni di età titolari di qualsiasi trattamento pensionistico. Sono esclusi coloro che percepiscono un trattamento di invalidità civile in quanto di natura assistenziale e non previdenziale. Ugualmente esclusi dall’assegno integrativo sono i titolari di Naspi o altri trattamenti contro la disoccupazione, di assegno sociale, di pensione sociale o di ape sociale.

In base a questi parametri, a beneficiare dell’assegno aggiuntivo con la pensione di luglio saranno circa 3,5 milioni di pensionati su un totale di 16 milioni, per un esborso da parte dell'Inps pari a circa 1 miliardo e 750 milioni di euro.

Importi quattordicesima pensioni

L’erogazione della quattordicesima non è legata, a differenza del trattamento previdenziale, all’entità dei contributi versati ma al reddito dell’assicurato.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Per questo motivo viene considerato un bonus a favore dei pensionati meno abbienti. In particolare, è richiesto, nell’anno precedente, un reddito complessivo non superiore a 1,5 volte l’assegno minimo previsto dal Fondo pensioni lavoratori dipendenti pari a 10.003,69 euro lordi, oppure compreso tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, cioè compreso tra 10.003,69 e 13.338,26 euro annui, con importi diversi a seconda dei due casi.

E’ importante evidenziare che trattamenti di fine rapporto, competenze arretrate, indennità di accompagnamento e il reddito derivante dalla casa di abitazione non concorrono alla determinazione del reddito.

Per quanto riguarda gli importi, i pensionati con un reddito annuo entro i 10.003,69 euro lordi percepiranno con la pensione di luglio un assegno che va da un minimo di 437 euro, per i pensionati da lavoro dipendente che hanno fino a 15 anni di versamenti (18 per i lavoratori autonomi) fino ai 655 euro per chi ha oltre 25 anni di contributi versati (28 per gli autonomi).

Nel caso in cui il reddito annuo sia tra 10.003,69 e 13.338,26 euro lordi, la quattordicesima mensilità sarà pari a 336 euro per gli assicurati fino a 15 anni di versamenti (18 per i lavoratori autonomi) e di 504 euro per chi ha versato oltre 25 anni di contributi (28 per gli autonomi).

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto