Sono iniziate giovedì 17 ottobre intorno alle ore 10:30 presso la sede romana di Formez PA, in Viale Marx, le correzioni dei test della prova preselettiva del Concorso Ripam indetto dalla Regione Campania. Si è deciso di partire dagli elaborati della categoria D (rivolta ai candidati in possesso di laurea).

Nella giornata di venerdì 18 ottobre, invece, gli addetti ai lavori hanno corretto la seconda sessione di prove, ovvero quelle effettuate il 19 settembre. L'attività proseguirà nei prossimi giorni feriali (dunque riprenderà domani, 21 ottobre) e andrà avanti fino al definitivo completamento.

Correzione, abbinamento e superamento della prova

I test vengono corretti pubblicamente tramite dei lettori ottici che attribuiscono il punteggio finale. Ricordiamo che ogni risposta giusta vale un punto, zero punti per quelle non date (o che presentano più spunte di risposta da parte del candidato) mentre è previsto un "malus" di -0,33 in caso di errore. Il punteggio massimo che si può raggiungere in questa fase è di 80 punti, mentre non è prevista una soglia minima per accedere alla fase successiva del concorso.

Terminate le correzioni dei test della categoria D - che dovrebbero concludersi intorno alla fine di ottobre - si passerà agli elaborati della categoria C, riguardante i candidati che sono in possesso di diploma di scuola media superiore.

Quando tutte le prove preselettive saranno state corrette, verrà stilata e pubblicata la graduatoria finale. I nomi di coloro che potranno accedere alla fase successiva resteranno secretati fino alla conclusione della procedura di abbinamento di ogni cognome con il relativo test.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Concorsi Pubblici

Gli elenchi ufficiali degli ammessi alla prova scritta verranno pubblicati con valore di notifica sul sito della Formez. Inoltre sullo stesso portale verrà diramato l'avviso di convocazione per gli scritti almeno quindici giorni prima dello svolgimento.

Ricordiamo che la prova scritta si baserà su 60 domande a risposta multipla differenti per ogni profilo, e verrà assegnato un punto per ogni risultato esatto.

Per superare questa fase sarà necessario ottenere un punteggio minimo di 21/30 (il punteggio conseguito nello scritto sarà valido ai fini del computo del voto finale di merito).

Le altre due prove previste dal bando di concorso sono la fase di rafforzamento e formazione della durata di 10 mesi e il colloquio orale (anche in questo caso, le valutazioni conseguite andranno a determinare il voto finale di merito).

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto