C’è chi pensa sia una misura positiva e quindi da confermare nella legge di Bilancio 2020, chi invece considera sbagliata e da abolire la Quota 100 che consente l’accesso alle Pensioni anticipate a partire da 62 anni di età con 38 anni di anzianità contributiva. Mentre la manovra economica e finanziaria comincia il suo iter parlamentare, prosegue senza sosta il dibattito politico, economico e sindacale sulla riforma delle pensioni. Oltre ad esponenti del governo e dell’opposizione e sindacalisti si fa sentire anche la voce degli economisti, come quella di Carlo Cottarelli, direttore dell'Osservatorio sui conti pubblici istituito presso l'Università Cattolica di Milano.

Pensioni, nuovo intervento dell’economista Carlo Cottarelli

Quota 100 – ha detto Carlo Cottarelli in un’intervista pubblicata ieri sul Corriere della Sera - ha peggiorato l'andamento della spesa previdenziale, che già era – ha sottolineato l’economista - poco rassicurante prima". Critiche anche al reddito di cittadinanza che, insieme alla Quota 100, è una delle misure simbolo del precedente governo gialloverde guidato dallo stesso premier Giuseppe Conte. “E’ stato fatto male”, ha detto Cottarelli parlando del reddito di cittadinanza, perché “favorisce i single e penalizza le famiglie numerose, dove è più diffusa la povertà”.

Secondo l’esperto il sussidio per i disoccupati finalizzato anche all'inserimento lavorativo, inoltre, non tiene conto del poter d’acquisto diverso tra Sud e Nord Italia.

‘Risparmi di Quota 100 modesti, 400-800 milioni nel 2020’

Dopo l’intervista di ieri sul Corriere della Sera, oggi, il direttore dell'Osservatorio sui conti pubblici istituito della Cattolica di Milano è stato sentito in audizione sulla legge di Bilancio 2020 dalle commissioni Bilancio di Camera e Senato riunite in seduta congiunta a Palazzo Madama.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Pensioni

"Con l'abolizione di Quota 100 – ha spiegato oggi Carlo Cottarelli - il risparmio sarebbe modesto, tra i 400 e gli 800 milioni nel 2020, nel 2021 – ha specificato l’economista come riporta l’agenzia di stampa AdnKronos - i risparmi aumenterebbero a 1,5-2 miliardi". I risparmi di Quota 100 sono già stati “congelati” e serviranno a finanziare il proseguimento della sperimentazione per un triennio. Troveranno conferma nella legge di Bilancio 2020 anche la proroga del regime sperimentale di Opzione donna e l’Anticipo pensionistico sociale.

Non si parla più ormai da diverse settimane, però, dell’istituzione della Quota 41 per i lavoratori precoci che era stata annunciata dal precedente esecutivo gialloverde e caldeggiata, in particolare, dall’ex ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini, oggi alla guida dell’opposizione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto