Il Ministero della Giustizia ha avviato una procedura relativa alla selezione di 109 nuove unità da impiegare come conducenti di automezzi, che risultino iscritti presso i centri per l'impiego.

Si tratta, nello specifico, di personale non dirigenziale che sarà inquadrato nell'area funzionale II.

I candidati selezionati andranno a ricoprire posizioni scoperte presso gli uffici giudiziari siti in varie zone italiane e saranno così ripartite:

  • 19 a Roma presso le amministrazioni centrali,
  • 5 a Bari,
  • 5 a Caltanissetta,
  • 6 a Catania,
  • 4 a Catanzaro,
  • 3 a Firenze,
  • 9 a Genova,
  • 2 a Lecce,
  • 2 a Messina,
  • 2 a Milano,
  • 10 a Napoli,
  • 14 a Palermo,
  • 4 a Potenza,
  • 4 a Reggio Calabria,
  • 18 a Roma,
  • 3 a Salerno.

Requisiti di partecipazione

Possono concorrere all'assegnazione di uno dei posti messi a concorso dal Ministero della Giustizia, tutti coloro che risultano in possesso di specifiche caratteristiche tecniche, morali e di condotta:

  • Cittadinanza italiana o in uno dei Paesi europei,
  • Maggiore età,
  • Diploma di scuola media inferiore,
  • Patente di guida di categoria D, con validità non inferiore a tre anni,
  • Idoneità fisica e psichica alla guida,
  • Possesso delle qualità morali e di condotta previste dal nostro ordinamento,
  • Titolarità di diritti civili e politici,
  • Non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo,
  • Non essere stati destituiti o dispensati da un impiego presso le pubbliche amministrazioni,
  • Non aver precedentemente subito condanne penali, relativamente a reati per i quali è prevista l'interdizione da un pubblico ufficio,
  • Avere una posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva.

Modalità di selezione

La selezione sarà funzionale a stabilire se il candidato sia o meno idoneo a svolgere le attività tipiche del conducente di automezzi ed avverrà tramite un colloquio ed un esame pratico.

Quest'ultimo, in particolare, servirà a testare la conoscenza del candidato in materia di circolazione stradale e le sue competenze a livello di guida.

Secondo quanto stabilito nel bando di concorso, reperibile in Gazzetta Ufficiale e che i candidati sono interessati sono invitati a consultare, le selezioni saranno svolte con il supporto e il coordinamento dei centri per l'impiego.

Entro due mesi dal momento della richiesta da parte del Ministero, le amministrazioni locali provvederanno ad avviare la selezione dei lavoratori nel numero specificatamente richiesto nel bando.

Per conoscere nel dettaglio le modalità di selezione e di assunzione, i possibili futuri autisti sono invitati a consultare il bando dell'iniziativa disponibile in Gazzetta Ufficiale e sul sito web del Ministero della Giustizia.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!