Sono in migliaia gli aspiranti docenti che attendono la pubblicazione dei bandi di concorso nella Scuola. Come confermato dalla Ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, i bandi saranno tre (infanzia/primaria, ordinario secondaria e straordinario secondaria) e saranno pubblicati nel prossimo mese di febbraio.

Concorso straordinario secondaria: eventuale pre-selettiva

Particolare atteso risulta essere il concorso straordinario per la scuola secondaria, per il quale con molta probabilità sarà prevista anche una prova pre-selettiva.

La prova pre-selettiva si svolgerà nel caso in cui, il numero dei candidati risulterà superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso. La prova pre-selettiva dovrebbe svolgersi al computer e dovrebbe prevedere 80 domande a risposta multipla, con quattro opzioni di risposta. Il tempo massimo previsto per lo svolgimento della prova dovrebbe essere di 80 minuti. La prova pre-selettiva per i posti comuni dovrebbe contenere 45 domande, riferite alle competenze possedute sulla classe di concorso, per cui si concorre.

Ulteriori 30 domande dovrebbero riferirsi alle competenze didattico-metodologiche, ed infine, 5 domande dovrebbero essere di lingua inglese.

Pre-selettiva:posti di sostegno

La prova pre-selettiva per i posti di sostegno dovrebbe contenere:

  • 30 domande riferite alle conoscenze sulla disabilità e BES;
  • 30 domande sulle conoscenze psicopedagogico e didattico;
  • 15 domande di ambito normativo;
  • 5 quesiti di lingua inglese.

Concorso ordinario: prova scritta ed orale

Il concorso ordinario posti comuni per la scuola secondaria prevederà due prove scritte e una prova orale.

Per i posti di sostegno, ci sarà una sola prova scritta e una prova orale. La prova scritta verterà sulle discipline afferenti alla classe di concorso. I candidati per poter superare la prova scritta dovranno conseguire il punteggio minimo di sette decimi o equivalente (28/40). La valutazione della seconda prova scritta avverrà soltanto nel caso in cui sarà stata superata la prima prova scritta. Gli aspiranti docenti che superano la prova scritta avranno accesso al colloquio orale.

La prova orale consisterà nella progettazione di un’attività didattica che valuterà anche il livello di conoscenza di una lingua straniera e dell’utilizzo pratico delle TIC (ovvero delle tecnologie di comunicazione informatiche). Il punteggio minimo richiesto per poter superare la prova orale sarà di sette decimi o equivalente (28/40). Va precisato, che indipendentemente dalla posizione raggiunta nelle graduatorie di merito, l'aspirante docente che supererà tutte le prove acquisirà l’abilitazione all’insegnamento.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!