Nelle scorse settimane, il Governo ha emanato il decreto "Cura Italia", uno strumento attraverso cui si spera di poter fronteggiare gli effetti economici causati dalla tremenda emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese e che, purtroppo, sta causando danni anche nel resto del mondo.

Per contrastare le perdite economiche causate dal Covid-19, dunque, il Governo ha deciso di concedere delle indennità e dei bonus a sostegno delle famiglie, delle imprese e dei lavoratori. Tali indennità saranno erogate dall'Inps che, per questo motivo ha previsto uno procedura per richiedere il pin necessario per poter ottenere il sussidio.

Previste indennità di 600 euro per determinate categorie di lavoratori

Come accennato, il decreto "Cura Italia" all'art. 27 riconosce un'indennità di 600 euro ai liberi professionisti titolari di partita iva, attivata precedentemente al 23 febbraio 2020 e ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla gestione separata dell'Inps.

Come specificato dal decreto stesso, l'indennità sarà erogata dall'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, su richiesta del soggetto interessato e nel limite di spesa di 203,4 milioni di euro. Tale indennità è stata estesa anche ai collaboratori di società sportive e associazioni sportive dilettantistiche iscritte al Coni: in questo caso, tuttavia, l'importo non verrà erogato dall'Inps, bensì dalla società Sport e Salute spa, secondo modalità che dovrebbero essere rese note nei prossimi giorni.

Procedura semplificata per ottenere il pin

Come precedentemente specificato, l'indennità di 600 euro sarà riconosciuta dall'Inps ai lavoratori interessati, previa domanda da parte degli stessi. A questo proposito, mediante un apposito comunicato, l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha reso nota una procedura semplificata funzionale ad ottenere il pin necessario per richiedere l'indennità prevista dal decreto.

La richiesta del pin può essere effettuata mediante due diversi canali:

  • accedendo al sito web dell'Inps, nella sezione richiesta pin;
  • contact center, chiamando il numero verde gratuito da rete fissa 803 164, oppure il numero a pagamento da rete mobile 061 64164.

Dopo aver ricevuto le otto cifre del pin, attraverso sms o email, il cittadino potrà procedere alla fase dall'autenticazione e alla successiva compilazione della domanda online per le seguenti indennità:

  • lavoratori con contratti di collaborazione continuativa e coordinata;
  • lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata dell'Ago;
  • lavoratori del settore agricolo;
  • lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo.

Per il bonus relativo ai servizi di baby sitting, invece, il pin semplificato non sarà sufficiente: coloro che sono interessati a richiederlo dovranno procurarsi anche la seconda parte del pin, per poter procedere alla necessaria registrazione sulla piattaforma Libretto di Famiglia.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!