'Il bonus da 800 euro per partite Iva e autonomi arriverà in automatico 24 ore dopo il decreto': a certificarlo senza mezzi termini il Ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, che in audizione in Parlamento ha confermato il pacchetto di misure che il Governo Conte sta per mettere in piedi per sostenere i lavoratori in un momento drammatico come quello in corso. In merito al pull di interventi studiati per autonomi, professionisti e partite Iva, il numero uno del Dicastero dell'Economia si è soffermato in modo particolare sulla prima delle due mensilità previste, quella di aprile, laddove invece per il mese di maggio sono ancora allo studio varie ipotesi.

Tra gli altri provvedimenti annunciati da Gualtieri la proroga di due mesi della Naspi per chi l'abbia in scadenza, l'eliminazione dell'Iva sulle mascherine per il 2020 e il Reddito di Emergenza che accorderà 500 euro al mese agli aventi diritto per due mensilità in totale.

Inps, Bonus 800 euro autonomi e Partita Iva: bonifico automatico in 24 ore per aprile, meccanismo selettivo a maggio

L'accredito Inps relativo alla prima mensilità del bonus da 800 euro per autonomi e partita Iva arriverà dunque in automatico sul conto corrente di chi ha già richiesto i 600 euro senza bisogno di eseguire una nuova domanda: a chiarirlo il Ministro Gualtieri che si è spinto anche oltre parlando di un 'bonifico che arriverà 24 ore dopo l'entrata in vigore del decreto'.

Come noto, la misura si articolerà su due mensilità, aprile e maggio. Se per la somma spettante ad aprile la via sarà quella tracciata dal Ministro in Parlamento, diverso appare il discorso per maggio, con il relativo emolumento che non dovrebbe arrivare a tutti indistintamente. Il dpcm in arrivo stanzia di fatti 4 miliardi per aprile e 3 per maggio, da qui la necessità di ridurre la platea dei beneficiari.

Come? Due le ipotesi sul tavolo di Palazzo Chigi: 'premiare' chi nel 2018 abbia dichiarato fino a 35mila euro o in alternativa decidere di sostenere soltanto i profili connessi alle attività produttive che dal 4 maggio in poi non potranno ripartire. Possibile inoltre che vengano tenuti in conto anche i carichi familiari, ma qui si entra nel campo delle pure ipotesi.

A quando il bonus da 800 euro Inps per Partita Iva e autonomi? Criticità sul Reddito di Emergenza

Facendo eco alle parole più volte pronunciate dal Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, Gualteri ha parlato di 'decreto di aprile', ma il mese sta per volgere al termine. Quando si potrà assistere dunque alla formalizzazione del provvedimento che fra gli altri conterrà anche il bonus da 800 euro Inps per autonomi e partita Iva? Stando a quanto raccontato da Il Messaggero, il Governo Conte sta lavorando affinchè il testo venga completato entro giovedì con tempistiche dunque super accelerate rispetto ai mastodontici tempi tradizionalmente imposti della burocrazia parlamentare.

Accanto alla misura pro autonomi ci sarà anche un Reddito di Emergenza studiato per sostenere i lavoratori rimasti fuori dai paracadute assistenziali finora costruiti dall'Esecutivo: chiaro al riguardo l'importo che verrà erogato, 500 euro al mese per due mesi, meno lineare invece la platea degli aventi diritto.

Come sottolineato nelle ultime ore anche dal Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Economia e delle Finanze Pier Paolo Baretta la criticità sta proprio nel delineare la cerchia di beneficiari: l'ipotesi più accreditata sostiene che verranno aiutati gli individui con Isee compreso tra 6mila e 15mila euro l'anno escludendo però dal pacchetto chi sia già percettore del Reddito di Cittadinanza.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!