A seguito della chiusura delle procedure di iscrizione nelle Graduatorie provinciali 2020/2022 fissate per la data del 6 agosto, punteggio e posizioni saranno digitalizzate e visualizzabili nel sito del ministero e degli Usp che avranno il compito di pubblicare le sedi disponibili per l'a.s. 2020/2021. L'ordinanza n. 60/2020, che consta di 12 articoli, disciplina la modalità di convocazione e assegnazione delle cattedre nell'ordine di GaE, Gps e Gi ancora però non definita da un decreto. Si prospetta, in una prima fase, la sostituzione di invio mail dalle scuole per successiva presa di servizio con la gestione dei posti comuni e di sostegno dagli Uffici scolastici provinciali.

Qui di seguito alcuni dettagli cercando di essere il più chiari possibile e concentrandoci esclusivamente sulla modalità di convocazione del docente sui posti disponibili al 31 dicembre - e su questo dato non vi è nessuna diversità.

Supplenze da Gps al 30/06 o al 31/08, sedi pubblicate dagli Usp e in continuo aggiornamento

In relazione all'ordinanza n. 60/2020, saranno assegnate ai supplenti le cattedre di posto comune o di sostegno vacanti (senza nessun titolare) e/o disponibili (senza nessun titolare per l'a.s. 2020/2021 ma esistente) e che resteranno liberi al 31 dicembre o fino al termine delle attività didattiche. Su questi posti saranno stipulati i contratti di supplenza annuale o supplenza breve a partire dalle GaE gestite dagli Uffici scolastici provinciali alla fine del mese di agosto.

Gli Usp pubblicheranno le sedi disponibili per ogni classe di concorso e dovranno aggiornare costantemente le disponibilità, in modo che ogni docente possa farsi un'idea della prospettiva di sede disponibile prima di accedere alle convocazioni (art. 12 comma 1 e 2). Fin qui, nessuna differenza.

La stessa modalità sarà adottata per le convocazioni dalle Graduatorie provinciali che saranno avviate a seguito dell'esaurimento dei docenti/supplenti con l'assegnazione dalla GaE.

Dunque, quest'anno non GaE e Gi ma GaE e Gps. Solo a seguito dell'esaurimento dei posti su queste due graduatorie saranno utilizzate, con mail di convocazione dalle scuole polo e dagli istituti scolastici che necessitano di docenti nel proprio organico, le Graduatorie di istituto, alle quali i docenti si sono iscritti contestualmente alle Graduatorie provinciali e dalle quali potrebbero essere convocati - via mail secondo la modalità consueta e utilizzata fino all'anno scorso (2019/2020) - solo al termine dell'assegnazione delle cattedre da GaE e Gps.

Gps supplenze con convocazione telematica e accettazione scritta, resta mail per Gi

In relazione all'ordinanza n. 60/2020, i docenti non riceveranno più la mail della Scuola alla quale dovranno accettare e prendere servizio o non rispondere/rifiutare per altro posto/cattedra, ma controllare costantemente il sito dell'Usp (provincia scelta in Gps) per verificare la disponibilità delle sedi in relazione alle 20 scuole di preferenza per ogni cdc indicata nell'istanza di inserimento.

Le cattedre disponibili su posto comune o di sostegno presenti nelle Graduatorie provinciali 2020/2022 e pubblicate presumibilmente alla fine di questo mese saranno assegnate con:

  • contratto di supplenza annuale al 31/08 se vacanti e disponibili per mobilità, pensionamento, vuoti per mancanza di aspiranti dopo assunzioni in ruolo, entro il 31/12/2020 e per tutto l'anno scolastico;
  • contratto di supplenza al 30/06 se posto disponibile al 31/12/2020 e libero per tutto l'anno scolastico ma con titolare di cattedra.

Gli spezzoni orari che non concorrono a costituire cattedre o posti orario (art.

2 comma 3) - le 6 ore utilizzate molto spesso per il completamento orario dei docenti - non saranno presenti e il Ds potrà assegnarli all'organico dell'autonomia, docenti di ruolo, fino al completamento del monte ore massimo. Sarà comunque possibile completare l'orario, ma solo nella provincia di inserimento anche su frazionamento orario delle disponibilità, preservando l'unicità dell'insegnamento nella classe e sul sostegno.

Questi saranno i posti che potranno essere visualizzati nel sito dell'Usp di preferenza per l'assegnazione dalle Gps 2020/2022.

In relazione all'art. 2 comma 7, l'individuazione del docente destinatario della supplenza è effettuata dal dirigente dell'amministrazione scolastica territorialmente competente su GaE e Gps (art.

2 comma 7). Per le Gi resta il Ds e le scuole polo.

Si tratta comunque di dettagli generali e non dettagliati sulle modalità di convocazione che per le GaE resta pressoché invariata ma che si modifica nella successiva prassi, quella che fino all'anno scorso era riservata alle Graduatorie di istituto e che interessava sia i posti con contratto annuale sia le supplenze brevi.

Da quest'anno, invece, la tipologia di posto è distinta:

  • Gps per la stipula dei contratti al 30/06 o al 31/08
  • Gi per altre tipologie di posti e comunque a seguito della disponibilità dei docenti su quella cdc (i posti delle Gps potrebbero anche non essere coperti tutti per poi passare all'assegnazione dalle Gi).

In relazione all'art.

3 comma 4, le convocazioni da GaE e Gps saranno gestite con provvedimento della competente direzione generale e potranno essere disciplinate con convocazioni e attribuzioni in modalità telematica, dunque gestire interamente dagli Usp avviando l'assegnazione dalla I fascia (docenti specializzati) e II fascia (senza titolo di abilitazione).

Sarà necessario, durante l'attribuzione delle supplenze, seguire l'assegnazione dei posti sulle sedi scelte nella domanda di iscrizione alle Gps che saranno pubblicate nell'albo e nel sito di ogni ambito territoriale provinciale.

All'art.12 è possibile avere alcune indicazioni, in cui si evince che le supplenze saranno conferite mediante accettazione scritta dei docenti presenti alla convocazione, delegati dall'aspirante con diritto all'attribuzione del posto, o aspiranti che hanno inviato con modalità telematica la delega preventiva di accettazione al dirigente responsabile delle operazioni di assegnazione.

Gps, prima convocazione su sostegno, dubbi per docenti con più cdc

Si partirà dall'assegnazione dei posti di sostegno (art. 12 comma 4) agli aspiranti con titolo di specializzazione partendo da GaE e Gps sostegno I fascia. Durante il periodo di assegnazione e ultimazione di stipula dei contratti sarà possibile rinunciare ad una supplenza temporanea per un posto annuale (art. 12 comma 11), mentre ancora restano dei dubbi sul rifiuto di un posto su Gps, per il quale si potrebbe perdere il diritto di ottenere convocazione per altra cattedra sulla stessa cdc per il medesimo anno scolastico (art. 12 comma 9).

Resta ancora da comprendere come saranno organizzate le assegnazioni e scelta delle sedi per i docenti con più classi di concorso, ai quali si dovrebbe garantire la possibilità di visualizzare tutte le sedi/posti disponibili per ogni cdc per poter indicare la propria preferenza in modo equo.

Si intendono tutti i posti disponibili per la scuola infanzia, primaria e secondaria di I e II grado. Nel prossimo decreto dovremo avere maggiori indicazioni anche sulle tempistiche dei casi con più cdc di inserimento. Sarebbe per questo motivo auspicabile che il docente potesse - al momento della convocazione - poter scegliere tra tutte le sedi e per tutte le classi di concorso di inserimento, anche se il dubbio è sulla posizione e il punteggio che potrebbe non essere la stessa per ogni cdc, invalidando la priorità del docente successivo, che su una determinata cdc potrebbe avere un punteggio superiore. Sono dunque dei punti ancora da definire e non indicati nell'ordinanza 60/2020.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!