Il ministero della Giustizia ha indetto un concorso pubblico per l'assunzione di 1000 unità da impiegare nel ruolo di operatori giudiziari. Per iscriversi alla selezione è necessario avere un diploma nella scuola secondaria di primo grado (licenza media), mentre la scadenza per partecipare è fissata al 15 ottobre 2020.

Ministero della Giustizia: i requisiti per partecipare

Per iscriversi alla selezione per operatore giudiziario bandito dal ministero della Giustizia è necessario essere in possesso dei requisiti generali dei Concorsi Pubblici: cittadinanza italiana; maggiore età; diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenzia media); assenza di atti risolutivi che riguardano precedenti rapporti di lavoro, eventualmente sanciti con pubbliche amministrazioni; godimento dei diritti civili e politici; non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l'interdizione dai pubblici uffici; non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo; qualità morali e di condotta; idoneità fisica al lavoro; posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva (per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre del 1985).

Per quanto riguarda, invece, i requisiti specifici è necessario avere effettuato un tirocinio oppure una collaborazione negli uffici giudiziari per un anno oppure aver concluso il percorso di perfezionamento presso l'ufficio o aver svolto, con esiti positivi, il tirocinio o essere stati congedati senza demerito (per i volontari delle forze armate) oppure aver terminato senza demerito la ferma contratta, nel ruolo di ufficiale di complemento in ferma biennale e ufficiale in ferma prefissata.

Assunzioni avverranno per titoli e colloquio, la domanda in modalità telematica

Il contratto offerto dal ministero della Giustizia è a tempo determinato della durata di 24 mesi mentre le assunzioni avverranno per titoli e colloquio: la valutazione dei titoli da parte della commissione esaminatrice, al termine della quale sarà redatta una graduatoria preliminare, avverrà prima del colloquio.

Gli aspiranti ammessi alla fase successiva dovranno presentarsi presso l'indirizzo indicato con un documento di riconoscimento: il colloquio è volto a constatare l'idoneità del candidato alla mansione di operatore giudiziario sulla base di capacità organizzative e contenuti professionali. Le domande di partecipazione al concorso pubblico dovranno essere inoltrate esclusivamente in modalità telematica sul sito ufficiale del ministero della Giustizia nella sezione "concorsi".

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!