L'Azienda Sanitaria Locale di Rieti ha indetto due nuovi bandi pubblici volti all'inserimento di 2 unità di personale da impiegare nel ruolo professionale di collaboratore sanitario: il primo bando riguarda l'assunzione di un collaboratore sanitario ortottista, il secondo è destinato all'inserimento di un collaboratore sanitario terapista occupazionale. Gli interessati potranno inviare la domanda di partecipazione entro giovedì 17 dicembre.

Requisiti generali e specifici

I futuri collaboratori sanitari devono essere cittadini di uno degli stati membri dell'Unione Europea, possedere l'idoneità fisica all'impiego e non avere procedimenti in corso o condanne pendenti che impediscano la costituzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione.

Oltre ai requisiti sopraccitati, è richiesto in base alla posizione per la quale ci si candida il possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • collaboratore sanitario ortottista, diploma di laurea in ortottica e assistenza in oftalmologia oppure diploma universitario di ortottista - assistente in oftalmologia (classe L/SNT2). Iscrizione all'albo della professione sanitaria di Ortottista e Assistente in oftalmologia.
  • collaboratore sanitario terapista occupazionale, diploma di laurea in terapia occupazionale (L/SNT2) e iscrizione all'albo dalla professione.

Domande di iscrizione

Le domande di ammissione dovranno essere presentate attraverso l'accesso al sito del Asl di Rieti, nella sezione concorsi > bandi di concorso.

La domanda potrà essere sottoscritta nei seguenti modi:

  • sottoscrizione con firma digitale del candidato, corredata da certificato;
  • sottoscrizione della domanda con firma autografa del candidato e successiva scansione della stessa.

Il termine stabilito per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio, dunque non saranno prese in considerazione le domande inoltrate prima o oltre il termine stesso.

Preselezione

L'Ente si riserva la facoltà di procedere a una preselezione dei candidati, qualora le domande di partecipazione risultino superiori alle 500 unità.

La preselezione, che non è prova concorsuale, consisterà nell’accertare il grado di professionalità posseduto in relazione a quanto chiesto per lo svolgimento delle mansioni attraverso un quiz a risposta multipla su argomenti relativi al profilo del bandito.

Sono ammessi alla prova scritta i candidati che, effettuata la preselezione, risulteranno collocati in graduatoria entro i primi 500 e gli eventuali ex equo.

Prove d'esame

I candidati saranno selezionati in base alla valutazione dei titoli e all’espletamento di tre prove d’esame: una prova scritta, una prova pratica ed una prova orale.

Per maggiori dettagli sulla procedura selettiva e le materie d’esame, si rimanda alla lettura dei bandi pubblicati per estratto sulla Gazzetta Ufficiale numero 90 del 17 novembre 2020.

Segui la nostra pagina Facebook!