Il Lecce pareggia contro la Paganese e la gara finisce 1-1. Ancora una volta, si innalzano forti le polemiche dei tifosi che chiedono a gran voce un attaccante di categoria. Ecco perché lo stesso Braglia aveva parlato di "restare uniti" e con i piedi per terra, anche dopo le vittorie dei giallorossi. Durante il match si nota immediatamente una forte apatia da parte di Curiale e Moscardelli, quasi sempre lontani dall'azione, per demeriti certamente loro e non del resto della squadra che, soprattutto con Surraco, fa di tutto per non allungarsi e per servire i due attaccanti. Braglia ha tanto da lavorare, perché la squadra in attacco risulta inconcludente, ma non è assolutamente da buttare il punto guadagnato su un campo per nulla semplice come quello di Pagani: lì ha perso la Fidelis Andria ed hanno pareggiato buone squadre come Cosenza e Messina.

Le pagelle dei giallorossi

Perucchini 5,5: c'è chi parla di un fallo subito dal numero uno giallorosso in occasione del gol. In ogni caso, il tiro era centrale e non sembrava irresistibile.

Lepore 6,5: lotta e corre tantissimo. Da applausi alcune sue giocate. Segna la rete del pareggio.

Cosenza 6,5: gara senza sbavature. Nonostante una vistosa fasciatura a causa di un infortunio rimediato in uno scontro di gioco, il difensore svolge benissimo il suo ruolo.

Abruzzese 6,5: gli avversari, molto più giovani, sono veloci, ma lui recupera grazie alla sua grande esperienza: fantastico un suo recupero nel secondo tempo, sull'avversario che stava tirando a botta sicura in porta.

Freddi 6: la sua è una prova meno convincente confronto ai suoi compagni di reparto; sbaglia alcuni rilanci.

I migliori video del giorno

Legittimo 6: partita di normale amministrazione, soffre un po' sulle accelerate degli avversari.

Papini 5: clamoroso errore sulla rete della Paganese, quando perde palloni, ne recupera pochi e sbaglia vari appoggi. Non è la sua giornata migliore.

Salvi 5: se i palloni in attacco non arrivano è soprattutto colpa sua e del suo compagno di reparto, che invece di velocizzare l'azione, la addormentano con vari tocchetti irritanti ed inconcludenti.

Surraco 6: è l'unico calciatore del Lecce nella zona offensiva che merita la sufficienza. Crea varchi, corre tanto, fa espellere un avversario con i suoi dribbling: manca un po' di precisione sotto porta.

Moscardelli 4,5: la sua è stata un'involuzione incredibile. La pazienza dei tifosi che vogliono le sue reti sta per finire e le critiche cominciano a fioccare. Esce nervosamente dal campo.

Curiale 4,5: anche per lui gara poco positiva. Un passo indietro confronto alla partita contro il Messina. Urge un intervento sul mercato da parte della società.

Braglia 5,5: il Lecce in attacco è inconcludente e le manovre di gioco risultano compassate e poco fluide.

Subentrati: Doumbia 6,5: dona velocità ed imprevedibilità all'azione dei giallorossi. Diop 6: ha il merito di procurarsi il calcio di rigore, probabilmente merita più spazio viste le prestazioni poco esaltanti degli altri attaccanti. Vecsei sv