Lecce- Paganese è un match che non attira. Saranno pochi, rispetto alle precedenti gare interne [VIDEO]dei giallorossi, gli spettatori al "Via del mare". Intendiamoci: si tratta sempre di numeri ben al di sopra delle altre piazze di Lega Pro, ma i circa 1137 tagliandi staccati (fino alla tarda mattinata) al momento sono davvero un numero magrissimo: compresi gli abbonati, si arriva finora a circa 10.300 spettatori. Dunque, in uno stadio che ha la media spettatori di oltre 12.000, è un numero troppo basso.

Il Lecce è primo, da solo, in classifica e una vittoria oggi potrebbe significare tanto: anzitutto si darebbe un altro segnale al campionato.

Poi, in caso di passi falsi eventuali di Matera, Juve Stabia e Foggia, rispettivamente impegnate con Monopoli, Akragas e Melfi, si potrebbe anche allungare in classifica. Non succedeva da 5 anni che il Lecce a questo punto del campionato fosse primo in classifica. Adesso il pubblico giallorosso deve spingere la capolista verso il successo.

Gli altri match di Lega Pro

Tanta attesa per la gara del Matera sul campo del Monopoli. I pugliesi arrivano da 4 sconfitte ed una sola vittoria e cercano di portare a casa punti importanti in ottica salvezza. La Juve Stabia sarà impegnata contro l'Akragas. Il Foggia invece giocherà a Melfi [VIDEO], in una sfida importante.

Torna Torromino in campo?

Potrebbe tornare Torromino nel tridente offensivo del Lecce dal primo minuto di gioco. Dopo il turno di riposo concesso all'ex attaccante del Crotone, Padalino potrebbe decidere di mandarlo in campo.

C'è però Doumbia, che si è ben comportato contro il Messina, che scalpita. Dubbio anche silla presenza di Pacilli: potrebbe giocare ancora l'attaccante esterno bulgaro Antonio Vutov. A centrocampo possibile l'inserimento dal primo minuto di Tsonev che è in un buon periodo di forma. Caturano sarà senza dubbio al centro dell'attacco. Molto probabile dunque che Padalino decida di tornare al modulo da lui preferito: 4-3-3. Calcio d'inizio del match fissato alle ore 16.30 di sabato 10 dicembre.