3

Una delle trasferte più difficili degli ultimi anni. Una delle trasferte più difficili, perchè giocata contro una squadra che tra le mura amiche aveva fatto sempre bene; una delle trasferte più difficili perchè per la prima volta, dopo tanto tempo, il Lecce giocava da unica squadra prima della classe, solo al primo posto; una delle trasferte più difficili perchè storicamente i giallorossi al "Granillo" non hanno mai brillato. Eppure, il Lecce ne esce vittorioso. Una vittoria che ha un valore straordinariamente alto e lancia un segnale alle inseguitrici, Foggia e Matera, che stasera si affrontano in un match da brividi [VIDEO]. Il Lecce sarà spettatore, per la prima volta dopo 5 anni, con la massima tranquillità, sapendo che ha svolto il proprio lavoro nel migliore dei modi e non ha nulla da perdere, qualunque sia il risultato finale.

Un Lecce determinato convince già dai primi minuti, quando dopo una bella azione palla al piede entra nell'area avversaria, ma Arrigoni non riesce a calciare bene perchè scivola. Doumbia sugli scudi, grande prestazione dell'attaccante leccese che supera praticamente in ogni occasione il difensore avversario, crea azioni per i compagni e segna la rete del definitivo 1-2. Eurogol di Marconi che dalla distanza di 25 metri e da posizione decentrata, segna una rete al volo. I tifosi giallorossi presenti [VIDEO], che potete vedere nelle varie foto dell'articolo, hanno sostenuto i calciatori fino al novantacinquesimo minuto.

I voti dei giallorossi

Perucchini 6: partita di ordinaria amministrazione, senza grandi interventi. Buono il suo intervento sul primo palo nel primo tempo.

I migliori video del giorno

Ciancio 6,5: molto meglio la sua prova oggi sulla destra, che quella di Vitofrancesco nella scorsa settimana. Interessanti incursioni, a destra è tutta un'altra cosa.

Cosenza 7: il difensore giallorosso sembra insuperabile, ottima prova senza sbavature.

Giosa 6: prova discreta. Sbaglia sulla rete di Coralli, lasciandosi sfuggire l'attaccante avversario. Qualche rilancio sbagliato.

Agostinone 6,5: prezioso tatticamente, buona prestazione. Sale meno rispetto a Ciancio, in difesa è difficile da superare.

Mancosu 7: molto meglio rispetto alle ultime uscite: si propone, corre tantissimo, blocca alcune azioni avversarie e sfiora il gol in un paio di occasioni.

Arrigoni 6: perde alcuni palloni preziosi che potevano costare caro al Lecce. A volte cincischia troppo sulla sfera e rallenta il gioco.

Costa Ferreira 6,5: è dotato grande tecnica e si vede. Altra bella prestazione per lui: corre, si inserisce in area e riesce a proporsi sempre sottoporta. Innumerevoli palloni recuperati in mezzo al campo.

Pacilli 7: qualità, dribbling, corsa e grande grinta. Gli manca soltanto la rete che gli viene negata dopo un tiro fantastico che stava per entrare in rete se non fosse per il bel intervento del portiere avversario.

Marconi 7: rete straordinaria, di quelle che lasciano senza parole. Fa da sponda ai compagni e corre tanto pressando gli avversari, ma il suo merito più grande è appunto il gol meraviglioso che sblocca la gara.

Doumbia (il migliore) 7,5: imprendibile sulla fascia. Il suo diretto avversario è perennemente impegnato a seguirlo, ma non riesce mai a prenderlo. Opportunista in occasione della rete del 2-1. Gara eccellente.

Allenatore, Padalino 7: vince una delle gare più delicate e riesce a mutare la sua squadra cambiando modulo e passando dal 4-3-3 al 4-1-4-1 a gara in corso.

Subentrati:

Lepore 6.

Caturano 6.

Maimone sv.