Ecco le ultime novità sulla nuova berlina di segmento "D" Alfa Romeo Giulia, la nuova vettura della celebre casa automobilistica milanese, presentata lo scorso 24 giugno ad Arese presso il museo "Macchina del tempo". Con questa nuova automobile dovrebbe avere inizio l'auspicato rilancio del Biscione, dopo anni assai duri e caratterizzati da un vero e proprio crollo delle immatricolazioni. Nelle ultime ore arrivano dal web nuove indiscrezioni concernenti gli interni della nuova Alfa Romeo Giulia. Secondo fonti interne alla casa italiana gli acquirenti della nuova auto potranno scegliere tra una vasta gamma di interni.

Una pagina Facebook svela come potrebbero essere le diverse tipologie di interni della Giulia

La pagina del social network Facebook "Alfa Romeo Project 952" svela attraverso una serie di render come potrebbero essere i nuovi interni della berlina Alfa Romeo Giulia. Tra questi vi potrebbero essere dunque interni fatti in legno che richiamano le auto Giulietta e Alfetta del passato. Dai render, appare evidente tra l'altro come il colore rosso sia protagonista.

Del resto parliamo di un colore che fa parte della storia del Biscione e dunque sarebbe perfetto per manifestare quello che è lo spirito Alfa Romeo. I materiali saranno di ottima qualità, almeno sentendo quello che dicono molti tra gli addetti ai lavori ed in particolare di coloro che lavorano nella casa milanese, i quali tra l'altro si dicono anche assai soddisfatti dall'elettronica della nuova berlina.

Parte la caccia del Biscione ad Audi, Bmw e Mercedes

Insomma nulla di ufficiale, però bastano questi render a fare sognare gli appassionati e i fan di Alfa Romeo, che non vedono l'ora di poter vedere dal vivo la nuova berlina e di poter acquistare la propria vettura personalizzandola al massimo, secondo i propri gusti e le proprie esigenze. Anche questi dettagli del resto aiuteranno il Biscione a insidiare la leadership delle case automobilistiche tedesche nel segmento premium del mercato auto.

Ci riferiamo in particolare ad Audi, Bmw e Mercedes.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto