Nonostante le promesse del governo Letta di una riduzione della pressione fiscale, e di agevolazioni e sostegno alle famiglie italiane, per il 2014 le detrazioni Irpef su Mutui e Affitti diminuiranno dal 19% al 18% sui mutui ipotecari per l'acquisto della prima casa, spese sanitarie e veterinarie, spese funebri, spese per l'istruzione, e per il 2015 il governo delle larghe intese ha previsto un ulteriore taglio del 1%, che coinvolgerà circa 30 milioni di contribuenti.

Prorogate le detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie e bonus mobili, e del 65% sull'ecobonus per interventi di riqualificazione energetica fino al 31 dicembre 2014, mentre grazie alla legge Fornero del gennaio 2013, le agevolazioni fiscali per i contratti di locazione anche dei giovani studenti scenderanno dal 15% al 5%.

Possono usufruire delle #Detrazioni fiscali Irpef 2014 tutti i contribuenti che sono soggetti all'imposta sul reddito italiani residenti in Italia e anche all'estero, inoltre le agevolazioni possono averle anche tutti coloro che, anche se non proprietari dell'immobile posseggono diritti reali e personali di godimento degli immobili, come familiari e conviventi.

Il governo delle larghe intese, nonostante alcune detrazioni sono molto importanti per alcune categorie di contribuenti, ha come obiettivo arrivare alla spending review, e di mettere a bilancio 500 milioni di euro per il 2014, questo perché il Fmi - Fondo Monetario Internazionale, ha richiesto all'Italia di diminuire i circa 160 miliardi di euro di detrazioni fiscali attuali. #tasso mutui #case affitto