A quasi un mese di pontificato Papa Francesco continua il suo insegnamento, con un catechismo umano entrando nel cuore di tutti sia nei gesti che negli approcci. "Dio è un papà che non smette mai di vegliare su di noi": con queste parole il Santo Padre ha voluto incamminare la strada del parroco che si interessa di ogni parrocchiano del mondo. Noi, come dice papa Francesco, purtroppo crediamo di perdere la speranza ma da cristiani sappiamo che la speranza è sempre viva in noi con la resurrezione di Cristo.

Un'altra tematica affrontata è stata quella delle donne e della loro importanza "Gesù si è presentato per primo alle donne" e la loro importanza è fulcrale per la vita come genitrice. La resurrezione di Cristo ha solidificato, il legame filiale con Dio, che vive il momento topico nel battesimo in cui siamo chiamati ad una vita nuova; Dio è il nostro papà e lo Spirito Santo ci aiuta ad assolvere a questo compito, come nostro padre Dio non ci abbandona mai.

Questo amore filiale non dobbiamo conservarlo come un tesoro nascosto, ma dobbiamo coltivarlo con la preghiera. "Molte volte – continua papa Francesco – lo mettiamo da parte per il nostro egoismo". Il pontefice dunque ha chiuso l'udienza, intervallata da momenti ilari come il saluto alla squadra del San Lorenzo o quello a Patty Smith, con un saluto in lingua spagnola, per la prima volta dal pontificato ha parlato in lingua straniera.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Papa Francesco

Il papa non ha indugiato a salutare chi sta in difficoltà come i dipendenti dell'Idi, auspicando "che quanto prima si possa trovare una soluzione in una situazione così difficile". Poi ha salutato gli iraniani vittime del terremoto dicendo che la notizia l'ha rattristato, promettendo la preghiera per questo popolo colpito da questo funesto evento. Il papa al termine dell'udienza ha salutato il vicepresidente del CSM Vietti, il ministro degli Interni Cancellieri, infine la scrittrice disabile Rita Coluzzi.

Papa Francesco, dunque, ha colpito ancora non con il protagonismo ma con la semplicità percorrendo ancora in maniera decisa il percorso fratellanza, baluardo inscindibile del cristiano.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto