E' in atto una trattativa ufficiale per la cessione del Genoa. Lo ha annunciato ieri sera il presidente Enrico Preziosi a We Are Genoa, confermando a tutti gli effetti l'interesse per il club da parte di un fondo USA. Senza esporsi apertamente ha fatto intendere che York Capital può davvero essere il soggetto giusto per il passaggio di consegne, anche se l'operazione necessita di tempi lunghi.

Genoa, Preziosi cerca un soggetto solido

I criteri imprescindibili per sedersi attorno ad un tavolo li ha ribaditi lo stesso presidente durante la diretta su Telenord: "Quello che chiediamo è di dimostrare il proprio interesse con una manifestazione chiara, di possedere capacità e fondi sufficienti, poi ci si incontra per parlare.

Pubblicità
Pubblicità

Mi sembra evidente che in questo momento, come già accaduto in passato, ci sia una trattativa in corso per la cessione del club". Insomma non si può dire di essere a buon punto, perchè i contatti di queste settimane sembrano ancora preliminari.

Preziosi ha detto apertamente di voler prendere in considerazione l'interesse del fondo americano, anche se a suo avviso non sarebbe in grado di risvegliare la passione dei genoani: "Probabilmente è proprio un fondo quello di cui parliamo, ma ricordatevi che loro vogliono solo raddoppiare il valore di ciò che investono.

Nessuno si può aspettare passione da parte di un fondo perchè semplicemente non ce n'è". Eppure York Capital intriga il presidente Preziosi, se non altro per il portafoglio da oltre 20 miliardi di dollari del suo fondatore, James Dinan. Sembra quindi che il soggetto in questione possa soddisfare il parametro della serietà e della capacità finanziaria, anche se restano da sciogliere tanti altri nodi importanti.

Svolta societaria necessaria per i tifosi

Già perchè oltre all'inevitabile analisi dei conti da parte del compratore, si dovrà poi trovare un'intesa con Preziosi sulle cifre.

Pubblicità

E a proposito di cifre Preziosi ha detto che è ancora troppo presto per parlarne: "Non si può pensare che una trattativa si chiuda in due settimane, spero comunque possa andare in porto". Una speranza che nutrono tutti i tifosi rossoblu, dal momento che il rapporto tra proprietà e supporters è ampiamente al di sotto del minimo storico. Dopo l'annata fallimentare appena trascorsa il clima è infatti tesissimo. E le prime mosse di mercato, a cominciare dall'ormai imminente ingaggio di Andreazzoli come allenatore, non sembrano aiutare.

I primi nomi che circolano, provenienti da Empoli e Frosinone, non scaldano le fantasie dei tifosi. Eppure una squadra competitiva bisognerà pur farla, per evitare un campionato sofferente come quello appena concluso.

Leggi tutto