Dopo il monito di ieri e l'ennesimo appello per amnistia e indulto 2014, nuovo messaggio di Giorgio Napolitano sull'emergenza carceri in vista dell'imminente scadenza dei termini del 28 maggio 2014 imposti all'Italia dalla Corte europea dei diritti dell'uomo per ristabilire condizioni di legalità, umane e dignitose, nelle sovraffollate carceri italiane.

Amnistia e indulto 2014, nuovo appello di Giorgio Napolitano

"Legalità e umanità della pena - ha detto oggi il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel nuovo messaggio sul sovraffollamento carceri al convegno sui 250 anni della pubblicazione a Livorno "Dei delitti e delle pene" di Cesare Beccaria - sono sanciti dalla Carta Costituzionale che sottolinea la funzione rieducativa del condannato e costituiscono principi irrinunciabili.

Tanto più in un contesto come quello attuale, in cui le criticità del sistema giustizia - ha sottolineato il Capo dello Stato che dal 13 ottobre 2013 chiede al Parlamento l'approvazione di leggi di amnistia e indulto 2014 - rischiano di scivolare verso un indegno imbarbarimento, come ci mostra purtroppo - ha concluso Napolitano secondo quanto riporta l'Ansa - l'emergenza carceraria che il nostro Paese si trova a affrontare". Ancora nessuna traccia del testo unificato in materia di indulto e amnistia al Senato.

Amnistia e indulto 2014, il no secco della Lega Nord: 'No svuota carceri'

Resta contraria a ogni ipotesi di amnistia e indulto la Lega Nord di Matteo Salvini. "Galera per anni senza indulti e senza svuota carceri.

Ben vengano - ha dichiarato all'Ansa il segretario leghista - le azioni della magistratura, ben vengano le commissioni d'inchiesta e ben vengano gli imprenditori perbene che sono il 99% di quelli che lavorano per Expo 2015", ha aggiunto l'europarlamentare Matteo Salvini rispondendo a una domanda sull'inchiesta di Expo 2015 al termine di un incontro elettorale a Piacenza.

Indulto e amnistia 2014 'prepotente urgenza' e 'imperativo giuridico', incontro a Bologna

Si svolgerà nel carcere Dozza di Bologna, sabato 17 maggio alle ore 15, il dibattito l'incontro dal titolo "I rimedi straordinari: il tabù di amnistia e indulto" promosso dai radicali nell'ambito del convegno "Una sempre più prepotente urgenza.

Un imperativo giuridico, politico, morale". Saranno presenti all'incontro il leader storico dei radicali Marco Pannella e la segretaria dei Radicaliitaliani Rita Bernardini che discuteranno di indulto e amnistia contro la "tortura nelle carceri" con Elisabetta Laganà Garante dei diritti dei detenuti del Comune Bologna, i parlamentari Palmizio, Sarti, De Maria, Paglia e il consigliere regionale Bignami.

Segui la nostra pagina Facebook!