Era stato sospeso da sindaco diNapoli per l'applicazione della legge Severino, DeMagistris [VIDEO]torna nel ruolo di primo cittadino [VIDEO] grazie alladecisione del Tar di bloccare la sospensione: "Non manifestainfondatezza della questione di legittimità costituzionale", èquesta la motivazione per cui il Tribunale Ammministrativo dellaCampania ha rinviati gli atti alla Consulta. Il presidente dellaprima sezione del Tar, Cesare Mastrocola, commenta così: "Abbiamofatto una fatica enorme, considerata la complessità del quesito".

De Magistris torna a fare il Sindaco di Napoli

L'ex magistrato è stato condannato inprimo grado dal Tribunale di Roma per abuso d'ufficio.

Secondoi giudici, De Magistris avrebbe acquisito tabulati telefonici dialcuni parlamentari, nell'inchiesta Why Not, senza rispettarnele dovute garanzie. Da lì la condanna a un anno e tre mesi conconseguente sospensione dalla carica di sindaco. L'ex Pm sidifende dicendo di averacquisito quei tabulati senza sapere a chiappartenessero i numeri telefonici e di aver fatto ricorso al Tar perrisiedersi nella poltrona di primo cittadino. Nel giorno dellasospensione c'era tanta amarezza nelle parole di De Magistrische ha definito l'Italia "una democrazia malata". Oggi è arrivato ilverdetto tanto atteso, non solo dall'ambiente politico, ma da tuttala città di Napoli.

Il sindaco del capoluogo campano avevafatto ricorso sulla sospensione notificata il 2 ottobrescorso; forse il rientro era pure inaspettato visto che già altriamministratori sospesi si sono visti respingere i ricorsi presentatiper il reintegro.

Festa e ringraziamenti al Palazzo comunale, ungrazie particolare a Tommaso Sodano, sindaco facente funzionein questo mese. Grande la soddisfazione del sindaco De Magistris: "Sono emozionato, non vedevo l'ora di riprendere le funzioni". Dal punto di vista politico potrebberoesserci delle novità importanti, che potrebbero riguardare anche ilvaro di una nuova giunta.

Nuova amministrazione di cui potrebbe farparte Sel, anche se ci sono da superare le resistenze di Vendola

Segui la nostra pagina Facebook!