Alea iacta est, il dado è tratto: sono queste parole che vengono in mente leggendo ed udendo degli ultimi accadimenti in casa pentastellata, là dove si chiuso, ieri, il termine ultimo per presentare le candidature alle primarie del M5S.

Luigi Di Maio il candidato più in vista

Elezioni primarie, quelle pentastellate, che si svolgeranno tra una "rosa" di otto candidati, fra le generalità dei quali spicca il nome di Luigi Di Maio, vicepresidente alla Camera dei Deputati. Quando, alle 12 di ieri, si sono chiusi i termini di presentazione della candidatura alla premiership del MoVimento, è emerso infatti che nessun'altra fra le "stelle" della compagine grillina avesse scelto di sfidare Di Maio per il ruolo doppiamente importante di capo politico del M5S - ruolo che sinora è stato solo e solamente di Beppe Grillo - e di candidato premier del MoVimento alle Politiche nazionali di primavera.

Non Alessandro Di Battista che, come riporta Repubblica.it, ha sottolineato su Facebook di non essere in lizza per la premiership affermando che questa sua sia “la scelta giusta”. Non Roberta Lombardi, che invece ha annunciato sempre su Facebook la sua intenzione di candidarsi alla presidenza della regione Lazio, l'anno prossimo. Non Carlo Sibilia, il quale, continua sempre Repubblica.it, ha augurato “in bocca al lupo” a coloro che sono impegnati nella sfida delle primarie. E neppure, sicuramente, Roberto Fico, che peraltro ravvisa il rischio di un potenziale conflitto di interessi se il potere politico nel MoVimento non verrà più esercitato, come ora, dal Garante Grillo, ma da un suo esponente.

Dal canto suo, Di Maio ha preferito non rilasciare commenti in merito alla sfida per la premiership del MoVimento, dichiarando - sottolinea Repubblica.it -: “Della questione candidatura parlo solo a Italia a 5 Stelle, per ora sono impegnato in Sicilia per sostenere la candidatura di Cancelleri a governatore della Sicilia”.

Gli altri sfidanti

Ma chi sono allora gli sfidanti di Di Maio alla poltrona di capo politico e di premier del MoVimento?

Eccone i nomi e le cariche pubbliche rivestite o rivestite in passato: Elena Fattori, 51 anni, vicepresidente della commissione Agricoltura in Senato; Vincenzo Cicchetti, 61 anni, ex capogruppo a Riccione; Andrea Frallicciardi, 39 anni, ex capogruppo a Figline Valdarno; Domenico Ispirato, 54 anni, partecipante alle Amministrative del 2012 nelle fila del MoVimento; Gianmarco Novi, 40 anni, ex consigliere comunale a Monza; Nadia Pisseddu, 28 anni, candidata sindaco a Vignola (MO) nel 2012; Marco Zordan, 43 anni, ex assessore a Sarego (VI).

#Politica

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!