Sono giorni in cui la questione "rom in Italia" occupa le prime pagine dei giornali. L'annuncio di Matteo Salvini che promette, entro la fine della legislatura, di azzerare gli insediamenti fa notizia, ma a smuovere le coscienze è stato quanto accaduto a Torre Maura, a Roma. I cittadini si sono messi di traverso rispetto alla possibilità che decine di rom possano essere trasferiti in un centro accoglienza collocato all'interno del quartiere. CI tengono a far sapere che la loro presa di posizione non è animata da razzismo, ma semplicemente timore per la loro incolumità.

Pubblicità
Pubblicità

Sulla base di quanto avvenuto in molti stanno esprimendo la loro opinione, ma tra quelle più schiette risulta essere quella di Myrta Merlino. La conduttrice de L'Aria che tira, trasmissione di La 7, ha voluto in un certo senso manifestare la propria vicinanza a quanti potrebbero sentirsi meno al sicuro con l'arrivo di decine di rom a pochi passi da casa.

Myrta Merlino si sente privilegiata

Si tratta di argomenti che, quando vengono trattati, rischiano di urtare la sensibilità.

Soprattutto se, come nel caso di Myrta Merlino, si prova ad essere sinceri, manifestando i timori che, evidentemente, risiedono nell'anima di molti italiani. Non a caso la conduttrice, prima di iniziare ad esprimere il proprio pensiero, ha voluto sottolineare la sua intenzione di essere sincera rispetto all'argomento.

Entrando nel vivo del discorso e ipotizzando che, davanti a casa sua, un giorno possano arrivare una settantina di rom ha voluto mettere i punti sulle i, mettendo in risalto il fatto che, rispetto agli abitanti di Torre Maura, non vive in una periferia degradata, ha un buon lavoro e non conosce direttamente i tanti problemi che hanno i romani di quelle zone.

Pubblicità

Attacca anche la politica

Aspetti che servono, evidentemente, a sottolineare come il punto di vista di chi si è ribellato ai rom a Torre Maura potrebbe essere sensibilmente più "arrabbiato" a causa delle contingenze con cui è costretto a confrontarsi quotidianamente.

Myrta Merlino ha candidamente ammesso che non saprebbe come reagirebbe qualora nel palazzo davanti casa sua trovassero una settantina di rom. Un punto di vista quasi manifestato con timidezza e corredato da espressioni del tipo: "Forse sono vittima anche io del pregiudizio contro i rom".

Poi, però, la giornalista non manca di tirare delle stoccate particolarmente pungenti nei confronti della Politica. "Dalla vicenda di Torre Maura - evidenzia -gli unici che ci guadagnano sono i piromani della politica. Quelli bravi ad appiccare incendi e che non hanno mai trovato una soluzione. Tutti gli altri sono solo vittime".

Ecco il video:

Leggi tutto