Matteo Salvini, tra i temi principali della sua campagna elettorale, ha sempre messo in cima la necessità di mettere un freno all'immigrazione incontrollata in Italia. Dietro a quello che in molti ritengono un semplice sistema d'accoglienza per disperati, lui ha sempre manifestato a chiare lettere di vederci dietro un business. Sempre per Salvini, ci sarebbe un business dietro le Ong che recuperano i migranti nel Mediterraneo, così come nelle cooperative che si occupano di accogliere i disperati che arrivano in Italia beneficiando dei contributi provenienti dallo Stato.

Pubblicità
Pubblicità

Non a caso, attraverso il suo decreto sicurezza, ha effettuato una decisa sforbiciata ai fondi destinati a queste associazioni, al grido ormai noto: "La pacchia è finita" alternato a "È finita la mangiatoia".

Salvini pone in evidenza il caso di Modena

Il deciso taglio riservato all'accoglienza dei migranti sembra aver inferto un colpo particolarmente duro a quel sistema che si occupava di dare vitto e alloggio ai migranti.

Pubblicità

Il Ministro dell'Interno, attraverso il suo profilo Facebook, ha inteso porre in evidenza quanto sta accadendo a Modena. Lo fa postando un articolo de Il Giornale che, riprendendo a sua volta una news di Modena Today, racconta come il bando della Prefettura relativo all'accoglienza dei migranti abbia avuto una risposta particolarmente fiacca. A quanto pare solo due cooperative avrebbero manifestato interesse a dare ospitalità ai richiedenti asilo, avendo disponibilità decisamente inferiore rispetto ai 1500 posti richiesti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

Il taglio scoraggia gli investimenti nel settore

Sono esattamente 1568 e necessiterebbero di una sistemazione per i prossimi due anni. La mancanza di risposte emanato dalla Prefettura dipenderebbe strettamente da quanto disposto dalle ultime norme. Infatti la cooperativa maggiore si sarebbe tirata indietro dal settore dell'ospitalità verso i richiedenti asilo. Il taglio da 35 euro a 21,60 per ciascun migrante, tra l'altro, sarebbe responsabile anche del mancato investimento di nuovi soggetti.

Il dato da sottolineare è che, nella provincia modenese secondo Modena Today, ci sarebbero 150 posti di lavoro operanti nel settore. Un problema che, ormai, si sta diffondendo a livello nazionale. Questo, però, secondo Salvini non fa che dimostrare quello che lui ha sempre sospettato, ossia l'interesse dietro l'ospitalità data ai migranti. Nel post apparso sulla sua pagina Facebook è stato particolarmente polemico: "Ah, ma non lo facevano per “bontà”???

Pubblicità

Mangiatoia finita, non si molla!". Inevitabili, come al solito, le migliaia di commenti che lo invitano a non mollare e a proseguire nella sua missione di scoraggiare la prosecuzione di quello che, per lui e i suoi followers, è stato un business legato alla disperazione di migliaia di migranti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto