Piccolo botta e risposta all'interno del governo. Nella giornata di ieri il premier Giuseppe Conte aveva parlato della possibilità di istituire una tassa sulle merendine e sulle bibite gassate, e anche sui voli aerei. Le parole del premier, pronunciate in occasione di Atreju, la festa di Fratelli D'Italia che si tiene ogni anno a Roma, hanno scatenato però la risposta del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che ha sottolineato come la priorità del governo sia quella di abbassare le Tasse e non di aumentarle.

Il botta e risposta tra Conte e Di Maio

Nella giornata di ieri, intervenendo alla festa di FdI, il premier Giuseppe Conte aveva parlato della possibilità di introdurre nuove imposte: la proposta del ministro Fioramonti, di inserire tasse sui voli aerei, sulle merendine e sulle bibite gassate, secondo il premier, potrebbe essere "una soluzione praticabile". In cambio l'idea sarebbe quella di garantire alle famiglie con redditi bassi e medi "asili nido gratuiti".

Ma in un messaggio su Facebook arriva la risposta pronta di Luigi Di Maio. "Fermi tutti" inizia così il suo intervento "Noi abbiamo come obiettivo quello di abbassare le tasse, non di aumentarle". E sottolinea come è sbagliato far partire ogni giorno un dibattito sulle tasse: il governo attualmente sta studiando un blocco dell'aumento dell'iva, che comporterebbe più spese per le famiglie italiane, stimate intorno a 500 euro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Scuola

Il capo politico del M5S sostiene un governo, che, per fare il bene dei cittadini, "toglie tasse sul lavoro" per consentire alle aziende e alle imprese di potere assumere nuovo personale

Le parole di Di Maio su ambiente e lavoro

Sull'ambiente invece, Di Maio sottolinea che bisogna premiare quanti non inquinano, ma questo deve avvenire in modo graduale, e con un periodo di transizione di alcuni anni.

Aggiunge anche che bisogna proseguire col salario minimo, per combattere gli stipendi da fame: "È inaccettabile guadagnare 2-3 euro l'ora". E aggiunge che nel prossimo Def vuole parlare subito di questa misura, per tutelare tutte le persone che lavorano ogni giorno.

Parlando del governo, Di Maio ha affermato che se esiste questo governo, "è perché lo sostiene il MoVimento 5 Stelle". Annuncia inoltre che lavoreranno al Documento di economia e finanza per far vivere ai cittadini italiani un "2020 migliore".

In merito al Def comunque la manovra dovrebbe aggirarsi intorno ai 30 miliardi di euro, e su questa sono arrivate le rassicurazioni di Stefano Patuanelli, ministro dello sviluppo economico, e del segretario Nicola Zingaretti. Quest'ultimo ha aggiunto anche che non è da escludere una riduzione delle tasse per i ceti medio-bassi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto