La pesante batosta elettorale subita in Umbria da Pd e M5S potrebbe aver dato lo scossone decisivo al già traballante governo Conte bis. Il trionfo di Matteo Salvini e Giorgia Meloni in quella che una volta era considerata una Regione rossa ha già acuito i contrasti tra gli esponenti dell’esecutivo giallo-rosso-viola, visto che Matteo Renzi non perde occasione per picconare gli alleati. Ad ogni modo, nonostante Conte, Di Maio e Zingaretti neghino di voler rompere le righe a Palazzo Chigi, in molti sono convinti che il governo, se non le ore, abbia al massimo i giorni o i mesi contati.

Tra questi c’è sicuramente anche Diego Fusaro, il filosofo sovranista di formazione marxiana e gramsciana, il quale non perde occasione sui social per richiamare l’attenzione degli italiani sull’imminente pericolo del ritorno di Mario Draghi in Italia allo scopo di fare il Premier. L’ex Presidente della Banca Centrale Europea, secondo Fusaro, sarebbe il rappresentante nel nostro Paese della “troika degli euroinomani” liberisti insediati a Bruxelles.

Diego Fusaro terrorizzato: ‘In Italia sta arrivando una giunta militare economica’

Per ribadire la sua convinzione circa l’imminente ritorno in Italia di Mario Draghi per insediarsi direttamente a Palazzo Chigi, Diego Fusaro decide di citare, nel suo editoriale pubblicato su affaritaliani.it, il titolo del quotidiano Il Sole 24 Ore. “Draghi, dopo la Bce è il momento di dedicarsi al Belpaese”. Insomma, secondo il prestigioso foglio economico, che Fusaro bolla come “l’Osservatore romano della globalizzazione capitalistica”, l’ex governatore della Banca Centrale Europea, massima istituzione del potere neoliberista, sarebbe pronto per ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio italiano.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Secondo il filosofo sovranista non ci sono dubbi sul fatto che la “global class” avrebbe scelto un tecnico del calibro di Draghi per sostituire la “Armata Brancaleone dei giallofucsia”, ovvero il governo Conte sostenuto da M5S, Pd e Renzi. Fusaro paragona apertamente il possibile nuovo esecutivo ad una “giunta militare economica” che imporrà agli italiani i “diktat del neoliberismo con sede a Bruxelles”.

Il filosofo sovranista irride Mario Draghi: ‘Arriva il redentore’

Insomma, aggiunge Diego Fusaro, il tanto temuto “governo tecnico” starebbe arrivando. Tanto per dissipare i dubbi, il filosofo cita anche le testuali parole pronunciate tempo fa da Mario Draghi. “Gli italiani dovrebbero cedere tutta la loro sovranità Politica, dopo aver già ceduto quella monetaria ed economica”, aveva dichiarato l’ex Goldman Sachs il 7 agosto 2014.

Non pago della sua invettiva, Fusaro ribadisce il concetto anche con un post pubblicato sui suoi canali social. La sua viene presentata come una vera e propria “previsione”. A suo parere, infatti, “il giallo Di Maio e il fucsia Zingaretti si distanziano, dopo la loro ridicola vicinanza”. Una volta caduto il governo Conte, anche grazie alle minacce dei mercati e delle borse, la strada di Palazzo Chigi sarebbe finalmente spianata per il “redentore” che risponde appunto al nome di Mario Draghi.

Insomma, conclude Fusaro, avremo “la troika degli euroinomani in casa”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto