Che cosa hanno in comune la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, il blog Trash Italiano che si occupa di spettacolo e la cantante Francesca Michielin? All’apparenza nulla. Ma secondo la trasmissione di Rai Tre, Report, condividerebbero tantissime cose. A cominciare da migliaia e migliaia di account social che seguono tutti e tre. Insomma, come è possibile, si chiede Report, che questi tre profili condividano quasi gli stessi follower?

L’unica risposta plausibile, secondo il conduttore Sigfrido Ranucci e i suoi collaboratori, è che questi account siano falsi e che, forse, siano stati comprati dalla leader di Fd’I. Accuse pesanti riservate anche alla Lega di Matteo Salvini e al M5S i quali si avvarrebbero su Facebook di “gruppi che condividono fake news sui migranti”. La prima a reagire con sdegno alla nuova inchiesta di Report è stata proprio la Meloni. “Solo fango”, ha twittato la pasionaria della destra italiana, scatenando in questo modo una bufera social contro i giornalisti di Rai Tre.

L’inchiesta di Report sulle presunte fake news dei sovranisti sui social network

Dopo il servizio dedicato al Russiagate che coinvolgerebbe la Lega, Report torna a fare infuriare i cosiddetti partiti sovranisti o antisistema, come una volta veniva definito il M5S, accusandoli di avvalersi sui social di gruppi che condividono fake news. Dito puntato anche contro l’acquisto di sponsorizzazioni, soprattutto da parte di Salvini che non si farebbe scrupolo ad indirizzare i suoi messaggi anche ai minori di 18 anni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Insomma, una fabbrica del consenso mediatico basata su bufale e bot, ovvero dei profili falsi programmati per diffondere contenuti che spesso si rivelano fake. Report si chiede anche da dove arrivino i fondi utilizzati da Luca Morisi per far funzionare La Bestia leghista. Discorso a parte, poi, per Giorgia Meloni. Ranucci e i suoi rivelano che, nel maggio 2019, “tra la leader di Fd’I, la cantante Francesca Michielin e la pagina Trash Italiano i follower sono praticamente gli stessi.

Sono anomali perché hanno meno di 10 follower e sono stati creati tutti quanti nello stesso periodo”. In pratica, circa 237mila follower della Meoni nel maggio scorso erano gli stessi di Trash Italiano.

La reazione di Giorgia Meloni: ‘Bambinesco servizio’

La smentita di Trash Italiano è giunta immediata.

“Accuse infondate”, ha dichiarato il gestore del portale. In attesa della smentita di Francesca Michielin, anche Giorgia Meloni nega ogni coinvolgimento nella presunta compravendita di bot. Raggiunta prima da Giorgio Mottola durante una manifestazione sembra cadere dalle nuvole. Poi, dopo la messa in onda del servizio di Report, la leader di Fd’I decide di rispondere proprio via social. “Report mi dedica un bambinesco servizio degno di un circolo terrapiattista - ironizza la Meloni su Twitter - gomblotto sovranista, hacker cosacchi, bot e robot.

Zero fatti, solo fango. Raccolgo i dati e faccio una conferenza per deridere questi ‘giornalisti di inchiesta’, ci sarà da ridere”. Un cinguettio, ribadito anche poche ore dopo, che ovviamente scatena i leoni da tastiera suoi simpatizzanti. Migliaia di commenti, i più teneri dei quali sono “non chiamarli giornalisti offendi la categoria questa non sono neanche giornalai”. Anche se non manca nemmeno chi la invita a querelare se ritiene di essere stata diffamata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto