"Politica più ingiusta degli ultimi 25 anni perché spende risorse ingenti a carico dei giovani lavoratori. In sua sostituzione proponiamo di rendere strutturale l'Ape Sociale": ad affermarlo il deputato di Italia Viva Luigi Marattin da sempre contrario ai requisiti richiesti dalla quota 100 e ai costi ingenti richiesti dalla misura.

Marattin propone la cancellazione di Quota 100

Ed è per questo motivo che lo stesso renziano critica il meccanismo delle quote voluto dalla Lega e ne propone l'abolizione totale.

Per Marattin, infatti, le risorse finanziarie da inserire nella nuova Legge di Stabilità 2020 non sono state ancora definite con l'ingente necessità di rimettere le mani all'attuale riforma delle Pensioni sbandierata dal precedente Governo giallo-verde.

Tuttavia, si potrebbe tornare alle vecchie regole dettate dalla Legge Fornero anche se, vari partiti della maggioranza sono contrari. Il deputato di Italia Viva, inoltre, mira alla resa strutturale dell'Ape Sociale che potrebbe sostituire definitivamente il pensionamento anticipato a partire dai 62 anni di età anagrafica accompagnati dai 38 anni di versamenti contributivi.

A margine del vertice notturno tenutosi a Palazzo Chigi, infatti, si sono accesi numerosi dibattiti sulla Quota 100 e lo stesso leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio ha ribadito che la misura deve restare per tutta la durata della sperimentazione senza alcuna modifica.

Salvini contro Marattin: 'Non glielo permetteremo'

Gli occhi restano puntati sempre su Quota 100 sulla quale i vari partiti di maggioranza si sono scontrati a margine del vertice convocato alle 22 da Giuseppe Conte.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Nunzia Catalfo, infatti, si sarebbe dimostrata contraria all'allungamento delle finestre mobili di uscita che posticiperebbe di tre mesi il pensionamento per i lavoratori dipendenti del settore privato. La stessa Catalfo, infatti, avrebbe rassicurato che all'ordine del giorno non ci sarebbe nessuna modifica anche se, come afferma anche il viceministro dell'Economia Antonio Misiani, il sistema del pensionamento anticipato terminerà la sperimentazione nel 2021: dopo tale data, potrebbero essere studiate nuove misure per garantire altri strumenti di flessibilità in uscita che costino meno e che diano maggiore equità.

Il segretario federale della Lega Matteo Salvini, invece, avrebbe replicato al renziano Marattin: "E' solo l'ultima follia del governo delle poltrone, che ha annunciato nuove tasse sul gasolio, merendine e denaro contante mentre gli sbarchi aumentano e la politica estera non esiste. Non glielo permetteremo".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto