Tommaso Nannicini, ex consigliere economico del governo Renzi e oggi senatore del Partito democratico, si scaglia contro quota 100, dopo che nella Nota di aggiornamento del Def (Documento di economia e finanza, propedeutica alla Manovra 2020) non compare nessun provvedimento volto a modificare lo strumento previdenziale voluto dall'esecutivo precedente. Le dichiarazioni di Nannicini, che ha esternato il proprio malcontento tramite un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, sono destinate a surriscaldare gli animi all'interno della maggioranza, vista l'appartenenza politica (senatore Pd) e l'impegno già dimostrato con la proposta di un disegno di legge su flessibilità in uscita e pensione di garanzia per i giovani.

Per Tommaso Nannicini quota 100 va superata

"Non toccare quota 100 perché destinata ad andare a esaurimento?", si chiede in maniera retorica il senatore del Partito democratico. "No, serve - prosegue Nannicini - una riforma complessiva che la superi senza aspettare che il problema generazionale marcisca per altri tre anni". Il professore ordinario di Economia Politica all'Università Bocconi di Milano parla dunque di una riforma delle Pensioni strutturale in grado di andare oltre il provvedimento che concedi ai lavoratori di andare in pensione anticipata all'età di 62 anni con almeno 38 anni di contributi.

Il passaggio più interessante è però alla fine del post, quando Tommaso Nannicini lascia intendere che qualcosa verrà fatto affinché la situazione possa cambiare già per il prossimo anno. Queste le parole dell'ex Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio durante il governo Renzi: "Non ha senso che la nota di aggiornamento al Def non affronti il nodo pensioni, una svista a cui rimediare". Per il parlamentare Pd, non inserire nella Nadef un riferimento alla revisione della misura previdenziale cara alla Lega Nord di Matteo Salvini sarebbe dunque un errore a cui porre rimedio.

In conclusione al suo intervento, l'onorevole dem invita gli utenti interessanti alla lettura del proprio disegno di legge, tramite il quale si vuole intervenire sia sulla pensione di garanzia per i giovani che per la flessibilità in uscita, lasciando un link che rimanda al sito ufficiale del Senato della Repubblica Italiana.

Quota 100 assente dalla Nadef

Le indiscrezioni dei giorni precedenti circa la volontà del governo di non voler toccare quota 100 per il prossimo anno sono state confermate dalla sua assenza nel testo della Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza approvata dal Consiglio dei Ministri questo inizio settimana.

Nonostante ciò, il Corriere della Sera ipotizza ugualmente l'introduzione di disincentivi volti alla crescita dei risparmi. Nello specifico, l'approfondimento a cura dei giornalisti Federico Fubini, Lorenzo Salvia e Mario Sensini (card 9 sulle 11 complessive) parla di divieto assoluto di cumulo con altri redditi.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!