Il rapporto tra Matteo Salvini e i migranti continua a far discutere, lo fa soprattutto adesso che a Napoli, nell'ambito della mostra Virginem=Partena, è stata esposta una scultura che lo raffigura mentre a spara a delle persone di colore. Una scelta artistica che sembra ispirarsi alle idee di oppositori e detrattori che vedono nel leader della Lega una sorta di icona del razzismo e dell'intolleranza. Sull'argomento, però, si è espressa anche Maria Giovanna Maglie che, attraverso il suo profilo Twitter, si è esposta in maniera polemica sulla cosa chiedendo eventuali delucidazioni alla Commissione Segre contro il razzismo.

L'autore vede Salvini come un bambinone

L'opera di Salvatore Scuotto, esposta a Napoli, raffigura un Matteo Salvini armato di pistola a salve, puntata contro dei migranti e dalla canna dell'arma si vede spuntare fuori il messaggio "Game over". L'autore dell'opera, intervistato da Il Mattino e ripreso da Il Fatto Quotidiano, ha inteso chiarire la volontà di rappresentarlo come un bambinone alle prese con dei videogame, un'intenzione che sarebbe confermata dal fatto che l'arma ha misure sproporzionate rispetto alle altre figure.

Tutte scelte che, secondo Scuotto, sarebbero disciplinate dalla sua percezione secondo cui il messaggio di Salvini sarebbe "infantile", paragonandolo ad una "costante PlayStation in cui bisogna individuare il nemico ed abbatterlo".

Maria Giovanna Maglie reclama l'intervento della 'Commissione Segre'

Attraverso il sui profilo Twitter, la giornalista Maria Giovanna Maglie ha proposto l'immagine della scultura. Nel suo tweet, tuttavia, ha scelto di tirare in ballo la Commissione Segre. Il tentativo si presume sia quello di far notare che una commissione contro l'odio ed il razzismo dovrebbe forse intervenire, considerato il messaggio ambiguo che la scultura sembra lanciare.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Politica Matteo Salvini

Un post probabilmente non casuale, se si considera che verso la creazione della commissione non è arrivato il voto favorevole di partiti come Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega.

Maria Giovanna Maglie sembra, però, tirarla in ballo in maniera ironica, dopo le polemiche che avevano riguardato il mancato voto favorevole del centro-destra.

"Voi - scrive su Twitter - che dite? Convocare d'urgenza la supercommissione appena istituita dal Parlamento e presieduta dalla senatrice a vita Liliana Segre? Se non ora quando?". Parole che evidenziano come stavolta ci sia una rappresentazione ideologica stereotipata di Salvini e, allo stesso modo, una scena di violenza simulata (seppur con una pistola a salve) nei confronti di persone con la pelle nera.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto