Il deputato della Lega, Claudio Borghi, accusa il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di essere un "mentitore seriale". L'argomento dello scontro è sempre il Mes (Meccanismo europeo di stabilità), contenuto nel trattato sul Fondo Salva Stati che l'Unione europea si accinge a rinnovare. Il tema, come noto, ha spaccato maggioranza e opposizione, con Salvini e Meloni arrivati persino ad accusare il Premier di possibile alto tradimento. La replica di Conte in Parlamento, avvenuta pochi giorni fa, non ha fatto che alimentare la polemica.

Ora che la firma definitiva sul Mes è stata perlomeno posticipata di qualche mese, dando ossigeno all'esecutivo giallorosso, non si placano comunque accuse e controaccuse.

Il leghista Borghi punta, infatti, il dito contro il Premier, accusandolo di aver mentito sul fatto che lui, da Presidente della commissione Bilancio della Camera, abbia approvato nel marzo scorso proprio il Mes. Ne nasce anche una polemica social con il giornalista Luca Telese il quale, invece, sostiene la tesi opposta.

La dichiarazione di Claudio Borghi contro Giuseppe Conte: 'Non ho votato il Mes, mentitore seriale'

A riaprire la polemica sul Mes è il deputato della Lega Claudio Borghi il quale, con una nota pubblicata dall'Ansa e un'intervista rilasciata ad Affaritaliani.it nella giornata di sabato 7 dicembre, nega decisamente di aver approvato il Mes nel marzo scorso, quando già ricopriva il ruolo di Presidente della commissione Bilancio di Montecitorio.

Borghi definisce l'accusa nei suoi confronti una "bufala ridicola" e parla apertamente di "menzogne dette in Parlamento" dal Premier Conte. Poi, spiega perché si tratti di una ricostruzione "ridicola". Secondo lui, infatti, il Mes non sarebbe mai stato trattato "specificatamente" nella commissione da lui presieduta.

Il testo a cui presumibilmente si riferiva Conte sarebbe invece stato incentrato sul semestre europeo in generale, mentre al Mes erano "dedicate solo tre righe", ma l’indicazione della commissione, precisa il parlamentare della Lega, "fu di non votare a favore su nulla".

Dopo aver spiegato i meccanismi procedurali collettivi dei lavori delle commissioni parlamentari, che lo scagionerebbero, Borghi ribadisce di essere sempre stato contrario al Mes.

La polemica social con Luca Telese

Insomma, secondo Claudio Borghi, Conte "mente" sul Mes, sarebbe un "bugiardo seriale", un "soggetto che inganna", un "mentitore seriale". Un giudizio durissimo sul quale, però, il giornalista Luca Telese esprime molti dubbi. Sul suo profilo Twitter, infatti, Telese pubblica la foto del documento della commissione Bilancio, datato mercoledì 6 marzo 2019, del quale cerchia in rosso il passaggio incriminato.

Borghi, dal canto suo, gli risponde twittando il suo comunicato all'Ansa contro Giuseppe Conte e spiegandogli come quel parere sul Mes fosse in realtà negativo.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Lega Nord
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!