Ospite principale della puntata de L’aria che tira di lunedì 17 febbraio è stato Lorenzo Donnoli. Uno dei quattro fondatori del movimento delle Sardine ha discusso con la conduttrice del talk show di La7, Myrta Merlino, dei temi più scottanti ed attuali della Politica italiana. Il mirino della sardina non poteva che focalizzarsi sul suo principale avversario: Matteo Salvini.

Donnoli ha commentato anche le recenti dichiarazioni del leader della Lega sull’inopportunità di un ricorso troppo frequente all’aborto, soprattutto da parte di donne non italiane, dicendosi schifato dalle sue parole.

Un atteggiamento, quello di Donnoli che, ad un certo punto, ha fatto perdere la pazienza ad Alessandro Sallusti il quale, collegato in video, ha chiesto la parola sbottando: “Questo signore sta dando lezioni a tutti noi, ma non si rende conto della sequenza di str… che ha detto nel giro di un minuto e mezzo”.

Le parole di Donnoli su Salvini a L’aria che tira che fanno arrabbiare Sallusti

“Mi ha fatto schifo quello che ha detto Salvini sull’aborto al pronto soccorso, è disgustoso”. Lorenzo Donnoli a L’aria che tira commenta con questo durissimo giudizio le dichiarazioni del leader della Lega.

La sardina non risparmia neanche critiche generiche alle idee e alle politiche portate avanti dai partiti di centrodestra. Una serie di attacchi concentrici ai quali Alessandro Sallusti non riesce a resistere per molto.

“Ma come si fa a dare la parola a uno…”, si sente ad un certo punto la sua voce fuori campo. “Che è successo Alessandro?”, si allarma subito Myrta Merlino, curiosa di conoscere il motivo dell’irrequietezza del collega.

Le accuse di Sallusti alla sardina: ‘Arrogante che non sa che cosa sta dicendo’

“No, voglio dire che c’è questo signore - parte allora in quarta a L’aria che tira il direttore de Il Giornale - che sta dando lezioni a tutti noi di competenza, di etica, che siamo tutti dei bugiardi, dei falsari”. Donnoli lo interrompe con aria di sfida: “Non tutti, Matteo Salvini”. Ma Sallusti non si lascia certo intimidire e prosegue: “Ma lei si rende conto della sequenza di str..che ha detto nel giro di un minuto e mezzo?

Non ce n’è una che sta in piedi”.

Il cofondatore delle Sardine si difende riaffermando di aver detto “la verità che fa molto male a Salvini perché racconta bugie”. Ma non c’è niente da fare, secondo Sallusti, infatti, la sardina “non ha detto la verità”, anzi, “è un arrogante che non sa nemmeno cosa sta dicendo”.

Continua lo scontro tra i due a L’aria che tira

“Guardi che è lei che è un bugiardo, mi creda e non glielo sto dicendo perché mi risulta antipatico”, insiste un Alessandro Sallusti ormai incontenibile. “E su quali basi?”, prova a parare i colpi Donnoli. “Ha detto una serie di cose che non hanno né capo né coda”, motiva le sue accuse il giornalista.

La sardina insiste attaccando sul fatto che siano stati Salvini e la destra ad approvare i decreti sicurezza, ma Sallusti lo gela: “E insiste con la sua Verità. Ma lei lo sa che i femminicidi sono in diminuzione? Lo sa o no? E allora non dica che siamo tutti dei falsari perché non sa cosa dice”.

Donnoli vira allora sul tema delle leggi in favore delle persone lgbt, approvate da più di 20 anni negli altri Paesi europei ma assenti in Italia. “Vada in Australia”, gli ripete due volte Sallusti. “No, non ci vado, rimango qui a combattere quelli come lei che fanno disinformazione”, si prende l’ultima parola la "Sardina".

Segui la nostra pagina Facebook!