Nella puntata de L’aria che tira di martedì 11 febbraio si è parlato, tra le altre cose, anche della questione migranti e delle differenze di comportamento esistenti tra l’attuale Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e il suo predecessore al Viminale Matteo Salvini. A discuterne nello studio di La7, moderati dalla conduttrice Myrta Merlino, c’erano il senatore della Lega Gian Marco Centinaio, il giornalista Marcello Sorgi, la deputata del Pd Anna Ascani e, collegato in video, il caporedattore del quotidiano La Verità Francesco Borgonovo.

Ed è proprio tra questi ultimi due, Ascani e Borgonovo, che è nato un diverbio, che ha coinvolto anche la Merlino, circa le capacità della Lamorgese di affrontare la questione migranti. Con lei “sbarchi aumentati di quasi il 1000%”, secondo il collaboratore di Maurizio Belpietro.

L’aria che tira, Anna Ascani difende l’operato di Luciana Lamorgese: ‘Lavoro eccezionale’

Durante il suo intervento a L’aria che tira, Anna Ascani è chiamata ad esprimere il suo parere circa i risultati finora raggiunti dal Ministro dell’Interno Lamorgese sul fronte della lotta all’immigrazione clandestina in Italia.

“Sta facendo un lavoro eccezionale, molto diverso dal suo predecessore. Più silenzioso ma molto più concreto”, sentenzia la deputata del Pd facendo un chiaro riferimento, pur senza nominarlo direttamente, a Matteo Salvini.

La reazione di Francesco Borgonovo: ‘Non è silenziosa, fa interviste ridicole’

La Ascani non fa nemmeno in tempo a finire la frase che Francesco Borgonovo interviene facendo subito salire la temperatura della polemica nello studio de L’aria che tira.

“Guardi - prorompe parlando della Lamorgese - intanto non è più silenziosa perché fa delle ridicole interviste ai giornali dicendo che ne condivide la linea e che il problema in Italia è l’odio”. Il riferimento di Borgonovo è ad una recente intervista rilasciata dalla titolare del Viminale al quotidiano Repubblica dove afferma che l’odio sarebbe la vera “emergenza culturale e civile” del Paese.

Si accende lo scontro a L’aria che tira

Una affermazione, quella del giornalista sulla Lamorgese, che scatena la reazione indignata della deputata Pd. “Io eviterei questi toni Borgonovo”, lo bacchetta la Ascani esacerbando se possibile ancor di più la situazione. “No guardi, io non li evito proprio perché la Lamorgese dovrebbe difendere anche i miei interessi”, replica infatti secco Borgonovo. “Non è che si espone come Salvini, ha fatto qualche intervista, ma insomma”, si intromette allora Myrta Merlino. “Ha fatto delle interviste per dire che il problema in Italia è l’odio, dopodiché i decreti sicurezza non li ha cambiati, ha tenuto la gente in mare”, riprende però Borgonovo.

“Ha fatto tre interviste e si è liberata di 35 persone che venivano pagate dal Ministero dell’Interno per fare da cassa da risonanza a Salvini”, polemizza la Ascani. Ma, dopo l’ennesimo battibecco, il giornalista de La Verità completa la sua accusa contro il Ministro: “Gli sbarchi in questo Paese sono aumentati di quasi il 1000%. Il Ministro Lamorgese non ha cambiato le regole precedenti che sono attualmente in vigore. I rimpatri che vengono fatti sono per la gran parte quelli che ancora fanno capo al governo precedente”.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!