La Sicilia vuole ripartire e il presidente della Regione Nello Musumeci spera che quando verranno riaperti gli spostamenti interregionali ai cittadini italiani possa ripartire un minimo di turismo.

Il blocco è importante per tenere sotto controllo la curva epidemiologica, ma il governatore ha comunque lasciato intendere che il prossimo obiettivo è quello relativo alla ripresa economica che dovrà passare anche per un rilancio del settore turistico. Musumeci ha dichiarato in un'intervista a RadioUno di aver chiuso l'isola in queste settimane e di aver diminuito l'accesso del 94% per contrastare un eventuale incremento dei contagi.

Il bilancio della Sicilia finora parla di meno di 300 vittime e circa 2.200 positivi. Dunque, pur sottolineando che i decessi rappresentano "una sconfitta per tutti", Musumeci ha detto che è giunto il momento di guardare con ottimismo al futuro. Tuttavia, bisogna sempre ricordare che l'emergenza Coronavirus non è ancora terminata e che bisognerà continuare a rispettare le regole.

Il presidente Musumeci spera di riattivare a giugno il turismo italiano in Sicilia

Il presidente della Regione Sicilia ha detto che auspica di poter riaprire a giugno l'isola ai turisti italiani, ovvero quando il governo darà nuovamente il via libera agli spostamenti lungo il territorio della penisola. Al contempo, Musumeci ha sottolineato che chi approderà in Sicilia verrà sottoposto alla misurazione della temperatura, dovrà essere munito di autocertificazione e rispettare le misure di sicurezza come il distanziamento sociale.

Il governatore ha aggiunto che comunque sarà necessario attendere le decisioni del Governo centrale, poiché la gestione dell'emergenza sanitaria resta comunque una prerogativa dello Stato. Ha chiarito che almeno per quest'anno non si potrà pensare ad un turismo straniero e si è detto "felice" di poter tornare a ricevere prossimamente i visitatori italiani.

Quest'obiettivo potrà essere raggiunto grazie anche all'apporto dei siciliani, soprattutto se continueranno a rispettare le regole introdotte per provare a ridurre il rischio di nuovi contagi. Solo in questo modo si potrà cominciare a pensare ad una stagione estiva un po' più tranquilla.

Musumeci chiede al governo linee generali per gestire le riaperture

Nello Musumeci ritiene che sia importante non muoversi in contrasto con le disposizioni nazionali. La Sicilia però ha bisogno di ripartire, e per questo motivo si è rivolto al governo, chiedendo di fornire alle Regioni delle linee generali in base alle quali ogni Governatore possa prendere determinate decisioni in relazione alle specifiche esigenze del territorio.

Il presidente ha detto che la Sicilia sarebbe già nelle condizioni di consentire la riapertura a parrucchieri e barbieri e ai piccoli negozi al dettaglio. Nonostante ciò, resta in attesa del via libera da parte del governo per far sì che le sue ordinanze non risultino incompatibili con le disposizioni nazionali.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!