Toni Capuozzo ospite di Quarta Repubblica nella serata di lunedì 28 settembre. Il programma condotto da Nicola Porro si occupa di diversi temi dell’attualità politica, dall’emergenza coronavirus a quella sanitaria ed economica. Non può mancare però nemmeno un dibattito sul tema dell’immigrazione. A parteciparvi, oltre a Capuozzo e al conduttore, ci sono lo psichiatra e criminologo Alessandro Meluzzi, il deputato di Forza Italia, Andrea Mandelli, e l’ex parlamentare del Pd, ora giornalista, Khalid Chaouki. Lo scontro verbale si accende a Quarta Repubblica sia per merito di Meluzzi che di Capuozzo, il quale se la prende con Vaticano e Ong.

Khalid Chaouki ospite di Quarta Repubblica

La seconda puntata stagionale di Quarta Repubblica si apre parlando di economia per poi passare agli effetti prodotti nel pianeta dell’epidemia di coronavirus. Il tema dell’immigrazione non viene trattato subito. Ma quando Nicola Porro decide di aprire la discussione su questo argomento gli animi si scaldano immediatamente. Il primo a prendere la parola è Khalid Chaouki. L’ex deputato del Pd di origini marocchine, in parlamento durante la XVII legislatura dal 2013 al 2018, ha deciso poi di non ricandidarsi perché, in quel periodo, ricopriva la carica di presidente del Centro islamico culturale d’Italia. “L’Italia si ritrova da sola, ma penso che il problema non riguarda più solo l'Italia, quindi questo patto rappresenta un senso di ricercare l'unità”, afferma Chaouki facendo riferimento al nuovo patto europeo sui migranti, presentato nei giorni scorsi dalla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen.

Lo scontro si accende a Quarta Repubblica

Di tutt’altro parere rispetto all’ex deputato del Pd si dimostra Alessandro Meluzzi.

“Sono piegato ad una assoluta rassegnazione, è stato deciso che l'Italia sia un grande campo profughi, quindi conviene prepararsi”, si lamenta il criminologo che si dice convinto del fatto che il resto di Europa voglia solo sfruttare il nostro Paese, abbandonandolo al suo destino, appunto, di “campo profughi” del Vecchio continente.

A metterci un ulteriore carico è un altro ospite di Quarta Repubblica, Andrea Mandelli. Il deputato berlusconiano attacca il governo Conte: “Non vedo dati che ci tranquillizzano, anche qui è la fotografia di chi ci governa in questo Paese”.

L’intervento di Toni Capuozzo contro Vaticano e Ong

Dopo Mandelli, a Quarta Repubblica arriva il turno di Toni Capuozzo. Il giornalista, volto storico di Mediaset, non ha dubbi nell’affermare che “la politica immigratoria non può farla né il Vaticano né le Ong”.

Un'aperta critica alle dichiarazioni del Vaticano sulla necessità di accogliere chi ha bisogno, ma anche all’azione che le Ong svolgono nel Mediterraneo. La replica è affidata ancora a Chaouki: “O facciamo cooperazione vera in quei paesi o nessuna nave riuscirà a bloccare chi è in fuga”. A chiudere la discussione sui migranti a Quarta Repubblica ci pensa poi Meluzzi secondo cui “c’è un differenziale economico pro capite tra l'Europa e i paesi africani, è un desiderio mercantile. Sarà una catastrofe assoluta in Italia soprattutto economica”.

Segui la nostra pagina Facebook!