Walter Ricciardi boccia la stretta decisa dal governo sulle festività natalizie. Secondo il consulente per l'emergenza Coronavirus del ministro della Salute Roberto Speranza, l'istituzione di una zona rossa in tutta Italia fino al 6 gennaio potrebbe non essere sufficiente a bloccare la curva dei contagi. Ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo, Ricciardi cita l'esempio di altri Paesi europei come Austria, Germania e Francia, dove il lockdown durerà ben oltre il giorno dell'Epifania. Secondo Ricciardi, dunque, il lockdown avrebbe dovuto essere prolungato almeno fino alla metà di gennaio.

Walter Ricciardi invoca 'misure molto rigorose e prolungate'

Pochi minuti prima della conferenza stampa di Giuseppe Conte, Walter Ricciardi si fa intervistare da Lilli Gruber che gli domanda se sia passata la "linea dura" sostenuta da alcuni tecnici ed esponenti del governo. Il collaboratore di Speranza replica spiegando di non conoscere ancora il contenuto del nuovo decreto, ma di aver chiesto di adottare "misure molto rigorose e prolungate". Troppo alto ancora, sostiene Ricciardi, il numero delle persone infette, dei ricoverati e dei morti. Dunque, l'augurio del medico è che queste richieste vengano accettate da Palazzo Chigi, "come ha fatto oggi l'Austria che ha deciso di fare un lockdown e di riaprire molto saggiamente il 16 gennaio con un'attività di tracciamento, perché dopo l'abbassamento della curva bisogna ricominciare a tracciare, non ci sono alternative".

Ricciardi sorprende Gruber: 'Zona rossa fino al 6 gennaio non basta'

Gruber obietta spiegando quello che verrà ufficializzato da lì a pochi minuti: "Italia zona rossa dal 24 dicembre al 6 gennaio" (con l'introduzione della zona arancione il 28, 29, 30 dicembre e il 4 gennaio, ndr). "Se fosse così, l’esperienza ci dice che non è sufficiente", ribatte Ricciardi.

La conduttrice esprime tutta la sua sorpresa: "Come non è sufficiente?". Ricciardi allora puntualizza che "dobbiamo renderci conto che questa curva epidemica è altissima e quello che sta succedendo è che noi la abbiamo appena arrestata e appiattita. Bisogna diminuire fino al numero di casi che possiamo tracciare, il lockdown di marzo-aprile era di due mesi, ma in questo momento abbiamo più casi e prospettivamente più morti.

Quindi lascio a voi le conclusioni: fare un lockdown di 10-15 giorni non credo sarà sufficiente. Ci vorrebbe un lockdown più lungo fino a metà gennaio come hanno fatto Francia, Austria e Germania", conclude Ricciardi.

Il consulente di Speranza: 'Se fare beneficenza ai bambini è un lavoro, Salvini può uscire'

Walter Ricciardi commenta poi le dichiarazioni di Matteo Salvini sull'intenzione di autodenunciarsi e uscire di casa per fare beneficenza ai poveri. "Norme alla mano, Salvini può uscire per portare doni ai bambini il 25 dicembre?", gli domanda Gruber. "In zona rossa si può uscire da casa solo per tre motivi - questa la risposta del medico - se questo è configurabile come lavoro, penso che Salvini possa uscire. Questo è il suo lavoro, evidentemente ha una motivazione professionale".

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!