Il centrosinistra guidato dal segretario del Pd Enrico Letta vince nella maggior parte delle città in cui si sono svolti i ballottaggi alle elezioni amministrative 2022 domenica 26 giugno. Nei 13 capoluoghi in cui si votava, sette sindaci sono andati al centrosinistra, quattro al centrodestra, due a liste civiche.

Il progetto di centro sinistra e delle coalizioni a esso collegato risulta vincente in particolare a Verona, Alessandria, Catanzaro, Parma, Piacenza, Carrara e Monza. Spicca inoltre il forte astensionismo degli elettori.

Campo largo: una strategia vincente per il PD e per Enrico Letta

L'entusiasmo di Enrico Letta sulla vittoria di queste amministrative è evidente. "In questo momento difficile serve una Politica che sia seria e lineare. Il campo largo è stato preso in giro ma questa strategia paga", queste le dichiarazioni a freddo del segretario del PD.

"Il centrodestra perde e perde male dovunque anche perché ha fatto in alcuni casi delle scelte incredibili. In alcuni posti il centrodestra ha scelto come proprio candidato un fuoriuscito del centrosinistra e per me questa è la scelta peggiore che si possa fare. Quei candidati hanno perso, penso al risultato clamoroso di Catanzaro e penso che anche questo sia il segno della linearità che vuol dire che si lavora con coerenza e questo alla fine paga", ha aggiunto il segretario del Pd, Enrico Letta.

Da segnalare la vittoria dell'ex calciatore della Roma Damiano Tommasi che guiderà nella veste di primo cittadino Verona. Il centrosinistra non conquistava la guida della città da circa 15 anni. Il suo sfidante, Federico Sboarina, del centrodestra, si è fermato al 46,66%. Questi dati sono reperibili sul sito del città scaligera.

Il caso Alessandria è ancora più inatteso. Dopo 24 anni il centrosinistra torna in maggioranza, prendendo il posto all'ex sindaco Gianfranco Cuttica. Al ballottaggio ha prevalso Giorgio Abonante, esponente del Pd che al primo turno si era presentato con il sostegno anche del Movimento 5 stelle, raccogliendo il 42,04% delle preferenze; poi al ballottaggio ha vinto col 54%.

Dati affluenza ballottaggi: crollo dei votanti in quasi tutte le città interessate

Per quanto riguarda i risultati dell'affluenza alle urne nei comuni interessati al ballottaggio, si può dire che il dato cresce in maniera incontrollata: in due settimane si è perso circa il 10% rispetto alla prima tornata elettorale.

I dati dell'affluenza:l riportati dal Viminale dicono che si è passati dal 54,11% del primo turno, al 42,16% di ieri.