Si accendono i riflettori sulla Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro a Roma. Di seguito le date e gli orari. La capitale torna protagonista con un evento che ha raggiunto, quest'anno, l'edizione numero 8. L'appuntamento si terrà presso il Tempio di Adriano, in piazza di Pietra, una location molto suggestiva per turisti e non. Il Natale si avvicina, sia il panettone che il pandoro saranno tra i dolci più consumati sulle tavole degli italiani. A poco più di un mese dalle festività natalizie, la manifestazione capitolina, a cui farà seguito quella che si terrà a Firenze. In questi giorni nella capitale è in corso di svolgimento la mostra di Antonio Ligabue.

Il programma

La Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro 2016 si svolgerà a Roma sabato 19 e domenica 20 novembre. L'orario di apertura è fissato per le 10, mentre la chiusura alle 19. L'ingresso è gratuito, dunque non occorre acquistare alcun biglietto per poter entrare e partecipare all'evento. Per maggiori informazioni, il sito ufficiale è raggiungibile all'indirizzo panettonepandoro.com mentre sui social la pagina Facebook si chiama PanettonePandoro.

Quello romano del prossimo weekend non sarà l'unico evento dedicato ai dolci la cui origine viene fatta risalire a Milano e a Verona. Due settimane più tardi la fiera si trasferisce infatti a Firenze, dove sarà presente nel primo weekend del mese, sabato 3 e domenica 4 dicembre. Gli orari rimangono gli stessi, dalle 10 alle 19, mentre la location è l'auditorium al Duomo, situato in via dei Cerretani.

I migliori video del giorno

Anche nell'evento sito presso il capoluogo della Toscana l'ingresso sarà gratuito.

All'esposizione (e degustazione) della Fiera del Panettone e del Pandoro di quest'anno è prevista la partecipazione dei migliori maestri pasticceri della nostra Penisola. Ci si focalizzerà sopratutto sul Made in Italy e l'importanza, per l'intero Stivale, di questo concetto, che può rappresentare il traino verso la ripresa economica. Nell'edizione dello scorso anno i visitatori furono oltre 15 mila persone. Per il 2016 si è deciso di aggiungere due nuove date ed una nuova città, non a caso quella di Firenze, dopo Roma tra i centri culturali più importanti d'Italia.