Il territorio del salernitano, con le sue splendide attrazioni turistiche, è stato promosso a Doha (Qatar) nell'ambito della seconda edizione di Ajyal Youth Film Festival, che terminerà il 6 dicembre. Per la Provincia di Salerno hanno preso parte al festival Ciro Castaldo e Domenico Ranesi, da anni impegnati nella promozione del territorio soprattutto con la Borsa del Turismo Arecheologico. Insieme a loro anche l'Assessore alla Cultura della Regione Campania, Caterina Miraglia, e il direttore del Giffoni Experience, Claudio Gubitosi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cinema

Il Doha Film Institute, che produce ed organizza il festival qatarino, collabora da anni con il Giffoni Experience e i suoi 45 anni di storia. Fatma Al Remaihi, attuale CEO del Doha Film Institute e direttore di Ajyal Youth Film Festival, si dichiara soddisfatta di come sta andando il festival e, soprattutto, della collaborazione con il Giffoni Experience: "Da 5 anni siamo uniti per costruire programmi ed attività a favore dei ragazzi.

Con il Doha Giffoni Youth Media Summit abbiamo invitato e ascoltato tutti gli operatori di altri festival dedicati a bambini e ragazzi per capire cosa si sta facendo. I risultati del Summit sono stati eccellenti: razze, culture, economie diverse ma animate dallo stesso spirito. C'incontreremo di nuovo a luglio a Giffoni per fare il punto un check sui tanti argomenti che sono scaturiti da questi due giorni a Doha".

Tutto il territorio salernitano e la regione Campania sono sempre presenti nei progetti internazionali del Giffoni Experience. Ciro Castaldo ha dichiarato a margine dell'incontro: "La Campania e Salerno vanno in giro per il mondo insieme al Giffoni Experience. E' indubbiamente la manifestazione più importante del nostro territorio e grazie a Claudio Gubitosi e ai suoi collaboratori, portiamo nel mondo le nostre meraviglie archeologiche e culturali".

I migliori video del giorno

Gli appuntamenti con la promozione della provincia per l'internazionalizzazione proseguiranno nei prossimi mesi con una serie di appuntamenti, primo fra tutti, a Tbilisi, in Georgia.