Buonenotizie per le persone affette da alcolismo: l'Agenzia europea per imedicinali (EMA) e l'Unione Europea hanno approvato lacommercializzazione di Selincro, un farmaco composto da Nalmefeno cheaiuta a ridurre il consumo di alcool.

A differenza dellealtre cure, il medicinale sviluppato dalla Lundbeck diminuiscegradualmente il bisogno d'alcol dei pazienti scongiurando le crisi diastinenza che sopraggiungono dopo un repentino taglio del consumo diliquori. Grazie all'ottica innovativa di Selincro, su un totale di2.000 soggetti presi in cura, il 60% degli stessi ha ridottodrasticamente il consumo dopo solo sei mesi di trattamento: unrisultato notevole considerando che il campione di riferimento eracostituito da adulti con un livello di consumo elevato.

IlNalmefeno agisce sui meccanismi di ricompensa cerebrale che nellepersone affette da alcolismo sono alterati, di conseguenza, gliindividui che utilizzano Selincro non provano più lo stesso piacereassumendo bevande alcoliche. Riduzione del desiderio: è questa lachiave del successo del farmaco che entro l'inizio del 2014 verràcommercializzato in tutti i paesi dell'Unione Europea.

Il Nalmefeno èuna molecola che agisce sui recettori cerebrali dell'oppio e cheinizialmente venne sintetizzata per combattere altri tipi didipendenze, tuttavia, nella fase di sperimentazione i ricercatoriosservarono che aveva un effetto positivo anche per limitarel'uso di alcolici. In alcuni paesi – come Stati Uniti eRussia ad esempio – esiste da tempo una soluzione alternativa: ilNaltrexone, una sostanza antagonista dei recettori oppiaceisomministrata ai pazienti tramite iniezione intramuscolare.

Il dottorAnders Gersel Pedersen, vicepresidente esecutivo e responsabile deldipartimento di R&D della Lundbeck tiene a precisare che, perottenere risultati duraturi, i pazienti devono essere seguiti da unopsicologo e rispettare tassativamente il trattamento prescritto.

Segui la nostra pagina Facebook!