Da anni si cercano cure per combattere l'AIDS e molti ricercatori sono impegnati nella ricerca di un vaccino efficace. La Harvard Medical School di Boston ha appena concluso la sperimentazione di un vaccino testato sulle scimmie e ne ha pubblicato i risultati sulla rivista scientifica Nature.

L'ipotesi è quella che il virus gemello dell'Hiv - SIV, quello che colpisce le scimmie , potrebbe essere la chiave per giungere ad un vaccino.

Il vaccino sperimentato, un mix di anticorpi superpotenti, è riuscito in brevissimo tempo a eradicare completamente il virus dell'AIDS , cioè a eliminare il virus nel sangue delle scimmie, adesso si passerà alla fase successiva della sperimentazione sull'uomo.

Sull'uomo ovviamente verrà sperimentata una versione modificata, meno potente, che possa consentire all'organismo umano di produrre gli anticorpi neutralizzanti, in grado di proteggere dall'influenza.

Lo studio condotto dall'equipe del professor Dan Barouch può essere veramente rivoluzionario e portare a nuove terapie.

Il professor Barouch ha dichiarato di essere rimasto sorpreso dal potente effetto di questi anticorpi, effetto molto profondo che dura fino a 250 giorni. La somministrazione degli anticorpi monoclonali ha riguardato una ventina di macachi infetti e nel giro di due o tre giorni, in qualche caso una settimana, il virus dell'AIDS è scomparso dal sangue e dai tessuti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

La novità della ricerca è proprio l'eliminazione del virus dell'AIDS dai tessuti, attualmente alcune terapie riescono ad eliminare il virus Hiv dal sangue ma non nel resto del corpo. Si tratta quindi del secondo vaccino con effetti positivi di questi ultimi mesi. Circa un mese fa, infatti, i ricercatori della Oregon Health and Science University hanno diffuso i brillanti risultati di una sperimentazione.

In questo caso il test era effettuato sempre su macachi, ma affetti da forme aggressive di una variante del virus Hiv, denominato SIVmac239, considerato molto più letale del virus Hiv. Ebbene, il vaccino si è rivelato efficace in nove dei sedici macachi cui era stato somministrato. Anche per questo vaccino inizierà a breve la sperimentazione sull'uomo.

Si prospettano, insomma, nuove vie terapeutiche, con indubbi vantaggi rispetto alle attuali terapie antiretrovirali.



Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto