Sono migliaia gli italiani afflitti dal colesterolo alto. Quali sono i cibi da evitare? A seguire i consigli degli esperti. Il tema rimane di stretta attualità. Da poco infattil'ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri), la 'Fondazione Per il tuo cuore' e Conacuore onlus hanno presentato 'Amico del cuore - Dopo l'infarto il colesterolo conta', la nuova campagna che ha al centro il colesterolo cattivo. Il fine della campagna è quello di sensibilizzare i cittadini italiani a mantenere basso il livello di colesterolo LDL (quello cattivo appunto) sopratutto qualora si sia stati vittime di un infarto.È stato infatti appurato che chi mantiene il colesterolo LDL al di sotto di 70 mg/dL dopo aver avuto un infarto diminuisce sensibilmente il rischio di subirne un secondo (in misura del 25 per cento).

Cosa non mangiare

Due degli alimenti da evitare per non avere il colesterolo alto sono le carni grasse e gli insaccati. Oltre a questi, non sono consigliati nemmeno i condimenti e i grassi di origine animale, come ad esempio il lardo, lo strutto e la margarina. La maggior parte dei latticini contiene colesterolo, per questo motivo è preferibile limitare l'assunzione di burro e formaggi. Out anche il latte intero e lo yogurt non scremato. Possibili alternative sono rappresentate dal latte di soia, mandorle e riso. No anche alle uova. Tra i prodotti più sconsigliati si citano anche quelli che rientrano nel cibo spazzatura (come ad esempio fritti, patatine fritte, snack eccetera) e bevande alcoliche.

A sorpresa, nella classifica degli alimenti da evitare c'è anche il caffè, sebbene spesso dipenda dalla qualità del prodotto.Presenti in classifica anche gli oli vegetali saturi e la frutta esotica.

È preferibile evitare il consumo di olio di cocco e di palma, così come di avocado e noci di cocco. In ultimo citiamo le interiora degli animali, come ad esempio cervello, reni, fegato e polmoni, tutti elementi ad alto contenuto di colesterolo. D'ora in avanti dunque prestate attenzione a quello che mangiate e ordinate al ristorante.

Il colesterolo è un costituente naturale dell’organismo. Presente nella membrana delle cellule, viene utilizzato anche per produrre alcuni ormoni, la vitamina D e gli acidi biliari. Tuttavia, eccessi di colesterolo nel sangue possono mettere in pericolo la salute, tanto che livelli elevati di questa molecola rappresentano uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Scopri di più grazie ai consigli del medici del Policlinico "A. Gemelli" nell'iniziativa Viaggio al Cuore del Problema, powered by Danacol.
Segui la nostra pagina Facebook!