L'unica cura per il diabete di tipo 1 è rappresentata dalla somministrazione dell'insulina. Ignorare ciò, provando a cercare vie alternative potrebbe mettere a repentaglio la Salute. E' quanto viene rimarcato dai diabetologi italiani in un appello congiunto in cui sottolineano che il diabete di tipo 1 non può essere curato con la dieta ed anzi sospendere l'insulina potrebbe portare alla morte in pochi giorno a causa della chetoacidosi diabetica.

A ribadire che l'unica terapia per questa malattia metabolica è rappresentata dalla somministrazione di insulina, sono tre società scientifiche assieme alle associazioni dei pazienti con diabete. In particolare gli esperti sottolineano il pericolo che può derivare dalla disinformazione o comunque da una non corretta informazione. In questo senso si fa riferimento ad esempio a quanti promettono per evidenti interessi commerciali di guarire le patologie più disparate con una dieta miracolosa associata a degli integratori dal costo non indifferente.

Venendo più nello specifico gli esperti sottolineano che eliminare i carboidrati dalla dieta non ha alcun effetto riguardo al diabete di tipo 1. Ma cos'è il diabete di tipo 1?

Diabete di tipo 1

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune in quanto è determinata dalla produzione di anticorpi che aggrediscono le cellule Beta all'interno del pancreas. Ora queste cellule sono deputate alla produzione di insulina, per cui a causa dell'attacco da parte del sistema immunitario le cellule pancreatiche non sono in grado di produrre l'insulina.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Di conseguenza le cellule del pancreas vanno incontro a una progressiva distruzione. In tal modo l'utilizzo di glucosio da parte delle cellule non viene più controllato, pertanto si va incontro a una condizione nota come iperglicemia. L'organismo non potendo utilizzare gli zuccheri introdotti con gli alimenti, ricava l'energia per lo svolgimento delle sue funzioni attraverso il metabolismo dei grassi, soluzione che però comporta l'accumulo dei corpi chetonici. Se non si interviene per tempo può portare perfino al coma.

Diabete di tipo 2 può essere prevenuto

Allo stato attuale non si conoscono ancora i motivi per cui il sistema immunitario non riconosce le cellule beta pancreatiche. Gli esperti ipotizzano che alla base di questo mancato riconoscimento possa esserci una predisposizione dovuta ad alcuni geni particolari. Diverso invece il discorso per quanto riguarda il diabete di tipo 2, in quanto derivando da stili di vita poco salutari, dall'obesità e dalla sedentarietà, può essere prevenuto andando a correggere proprio questi fattori.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto