Amazon effettuerà tamponi ai propri dipendenti per controllare la positività o meno al Coronavirus, ma lo farà in laboratori costruiti ad hoc. Jeff Bezos ha infatti finanziato la costruzione di strutture negli USA adibite proprio a tale scopo. L'idea è nata con lo scopo principale di mettere in sicurezza la salute dei propri dipendenti e dei tanti clienti che ordinano merce tramite il colosso dell'e-commerce, in questo periodo dove i tamponi per il test del Covid-19 sono sempre meno. Ma questo non è l'unico obiettivo. Il leader dell'azienda statunitense ha infatti anche mire decisamente più grandi e commerciali.

Bezos: 'Amazon in futuro potrebbe entrare nel business della salute'

Il patron di Amazon, in una recente intervista, ha dichiarato che la creazione dei laboratori è dettata al momento da una situazione di emergenza ma non esclude in futuro di investire anche nel settore della Scienza e della salute. "Non escludiamo in futuro di investire nelle tecnologie medico-scientifiche" dice Bezos. Si tratta indubbiamente di un progetto ambizioso e, su ammissione dello stesso leader di Amazon, ancora in fase di rodaggio. "Tutto ciò che apprenderemo sarà condiviso" afferma il patron della società di e-commerce, che ha lasciato anche intendere che ancora non può stimare le tempistiche delle ricerche svolte.

Amazon vuole effettuare i tamponi a tutti i dipendenti

In questa fase, come detto all'inizio, l'obiettivo principale è la tutela della salute dei dipendenti e dei clienti, pertanto si investirà molto sui test. L'idea è di riuscire, in un tempo relativamente breve, ad effettuare i tamponi a tutti i dipendenti dell'azienda, anche se asintomatici.

Anche Amazon, però, sta subendo la carenza di questi strumenti di verifica dovuta all'emergenza Coronavirus, pertanto per ora è costretta a razionalizzare i test. Bezos ha affermato che Amazon ha modificato radicalmente le procedure di sicurezza all'interno dei propri stabilimenti produttivi ed arrivare ad effettuate test a tutti i dipendenti sarebbe un'ulteriore passo per riuscire a far ripartire a pieno l'azienda.

Passata l'emergenza Amazon vuole rivoluzionare il settore della salute

Jeff Bezos, nell'intervista, ha mosso anche critiche verso il sistema sanitario degli USA, ritenendo che sia troppo costoso e spesso inadeguato. Secondo il patron di Amazon, inoltre, negli Stati Uniti vi è molta competizione tra la sanità pubblica e quella privata. Riuscire ad effettuare gli esami direttamente in casa potrebbe rappresentare in futuro una grande svolta, soprattutto in quest'era dove la tecnologia punta sempre più al digitale in tutti i settori. Insomma si cerca di proporre qualità ad un prezzo più competitivo per dare una svolta al business della salute.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!