La Sampdoria si muove a piccoli passi per rinforzare la rosa a disposizione di mister Ranieri, seppur incontrando alcune difficoltà. I nomi sul taccuino di Osti sarebbero molti e nelle ultime ore sembrano essersi sbloccate tre operazioni di Calciomercato per la gioia dei tifosi blucerchiati. Secondo quanto riportato da Di Marzio su Sky, infatti, il club genovese avrebbe raggiunto l’accordo con Keita Balde, Marin e Adrien Silva con qualche riserva.

Dettagli da limare per Balde, Marin pronto al prestito mentre per Silva si lavora sull’ingaggio

La Sampdoria avrebbe strappato il sì a Keita Balde, richiesto esplicitamente da Ranieri come jolly offensivo ma il Monaco dovrà accettare un prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro, pagando parte dei tre milioni di euro di stipendio, dato che si tratta di una cifra troppo alta per i parametri del club genovese.

L’operazione è comunque sui giusti binari e filtra cauto ottimismo. Altro giocatore che potrebbe vestire la maglia della Sampdoria è Adrien Silva, svincolato dal Leicester. Il centrocampista gode della stima di mister Ranieri ma percepisce un ingaggio molto elevato. Sempre secondo quanto dichiarato dall’esperto Gianluca Di Marzio a “Speciale Calciomercato” su Sky la Samp starebbe superando gli ostacoli. Praticamente ai dettagli Marin della Dinamo Zagabria che arriverebbe in prestito gratuito con diritto di riscatto a sei milioni di euro.

Murillo torna al Celta Vigo mentre Ramirez potrebbe restare

Non solo operazioni in entrata per la Sampdoria. I blucerchiati, infatti, dopo aver ceduto Murru al Torino hanno trovato l’intesa per il ritorno del difensore colombiano Murillo al Celta Vigo.

L’operazione si è chiusa sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 13 milioni. Tale opzione, tuttavia, si trasformerà automaticamente in obbligo qualora il club spagnolo dovesse ottenere la salvezza. Queste operazioni rispecchiano le difficoltà della Sampdoria nel riuscire a cedere i giocatori in esubero.

Capitolo Ramirez. Il fantasista, dopo aver rifiutato gli arabi e il Verona, sembra destinato a rimanere a Genova almeno fino a Giugno quando, scadendo il suo contratto sarà libero di accasarsi altrove oppure di rinnovare con la Samp accettando le condizioni al ribasso proposte dal club Ligure. La speranza di Ferrero è che arrivi un’offerta per il giocatore di almeno 3-4 milioni di euro in modo da alleggerire il monte ingaggi fin da subito.

Il retroscena su Krause scatena le polemiche dei tifosi della Sampdoria

Nei giorni scorsi il Secolo XIX ha riportato l’indiscrezione sui Krause, imprenditori che hanno rilevato una quota del Parma. Dall’articolo sembrerebbe che la famiglia, in un primo momento, fosse interessata a rilevare proprio la Sampdoria salvo poi rinunciare a priori alla trattativa dopo aver visto l’esito di quella con il “Gruppo Vialli”. Proprio a questi i Krause avrebbero chiesto dettagli sull’operazione ritenendo i costi della stessa “fuori mercato” oltre a ritenere complicato interfacciarsi con Ferrero, patron del club genovese.

La notizia, non trova conferme da nessuna delle parti interessate ma ha comunque scatenato le ire dei tifosi che, tramite i social, hanno subito commentato l’indiscrezione con pesanti critiche verso l’attuale società.

Novità video - Sampdoria, fatta per Keita in prestito con diritto
Clicca per vedere

Secondo molti di essi, il problema sono i debiti personali di Ferrero e il rischio di fallimento delle sue società che non gli consentono di vendere la Sampdoria che, al momento, costituisce la sua principale fonte di reddito. Rimane comunque qualche utente che ritiene tali notizie infondate.