Da oggi lunedì 22 giugno nella regione Campania si potrà evitare di indossare la mascherina all'aperto, sebbene resti obbligatorio portarle nei luoghi chiusi come sui mezzi di trasporto, negli uffici, nei negozi, nei supermercati e laddove la distanza di sicurezza di almeno un metro non possa essere garantita.

Proprio come ogni suo appuntamento settimanale da quando è scoppiata l’emergenza, il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca ha pubblicato un provvedimento domenica 21 giugno. Si tratta di un atto che vuole richiamare alle norme essenziali previste finora, aggiungendone di nuove come la ripresa delle attività lavorative “in presenza”.

Si ricorda che fino al 14 luglio in Campania è previsto il divieto di assembramenti, l’obbligo di mascherine nei luoghi chiusi e privi di aerazione, siano essi mezzi di trasporto pubblici che attività lavorative o ricreative, e anche nei luoghi aperti bisogna avere sempre a portata di mano le mascherine così da poterle usare in caso di assembramento per strada, tenendo a mente che indossarle resta “un motivo di ragionevole prudenza”.

Si torna in ufficio

Il provvedimento indica nuove norme anche per coloro che lavorano in modalità smart working, consentendo la ripresa dell’attività “in presenza” nella regione, pur rispettando sempre i protocolli di sicurezza esistenti. Saranno proprio i datori di lavoro, sia pubblici che privati, a dover adottare le nuove misure organizzative e garantire ai dipendenti un ambiente lavorativo consono alle nuove esigenze sanitarie in fase di riapertura degli uffici pubblici e delle attività produttive e commerciali.

Pronto soccorso: non più di un familiare per ammalato

A dispetto di altre regioni settentrionali come la Lombardia, la Campania sembra non abbia sviluppato una nuova emergenza sanitaria, sebbene i dati del contagio di domenica 21 giugno abbiano registrato due nuovi casi positivi e un guarito. Per evitare di incrementare questi dati, restano vietati gli assembramenti in ospedale mentre ogni ammalato potrà ricevere la visita di un solo membro della famiglia.

Nuova ordinanza regionale per gli sport di contatto attesa per il 25 giugno

Per rivedere in Campania la ripresa degli sport di contatto come il calcetto bisognerà attendere il 25 giugno. Si aspetta anche una nuova ordinanza regionale che includa la riapertura delle sale bingo, sale scommesse e delle discoteche, limitando i servizi al settore della ristorazione, dell'intrattenimento e del bar.

Resta intatto l'orario di asporto per gli alcolici, fisso alle 22 fino al 30 giugno. È possibile cominciare ad organizzare convegni a partire dal 1° luglio e non dal 14, pur sempre nel rispetto delle misure sanitarie vigenti.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!