21 giugno 2016, Stamford, Connecticut.La WWE, prima federazione mondiale di wrestling per importanza, ha da poco rilasciato sul suo sito ufficiale un comunicato in merito alla sospensione per 30 giorni di uno dei suoi atleti di punta,Roman Reigns, a seguitodella sua violazione delWellness Program, programma attuo a tutelare la salute psico-fisica degli atleti della compagnia.

Le scuse di Roman Reigns

L'ex campione del mondo ha da poco rilasciato la prima dichiarazione su Twitter che recita quanto segue:"I apologize to my family, friends and fans for my mistake in violating WWE’s wellness policy.

No excuses. I own it." ovvero "Mi scuso con la mia famiglia, i miei amici ed i fan per il mio errore nel violare le wellness policy della WWE. Non ho scuse, me lo merito".

Non è ancora chiaro a quale farmaco sia risultato positivo l'atleta durante i controlli, né quanto la federazione ha preso questa decisione. Infatti durante il PPV Money in The Bank andato in scena domenica sera il samoano ha perso il suo incontro ed il titolo contro Seth Rollins, ma la sera successiva ha partecipato alla puntata di Raw in cui ha ottenuto un match con i suoi due ex compagni dello Shield per il titolo mondiale nel prossimo special event della federazione "Battleground".

A questo punto il main event del prossimo PPV potrebbe subire dei cambiamenti, anche se la sospensione dell'atleta samoano scadrà 3 giorni prima dell'evento, dunque a livello temporale non ci sarebbero problemi in merito alla sua partecipazione.

Le precedenti violazioni del Welness Program

Roman Reigns non è il primo atleta a risultare positivo ai controlli antidoping effettuati dalla WWE; a seguito della morte di Eddie Guerrero e di Benoit la compagnia ha deciso di creare un proprio sistema di verifica e controllo dei propri atleti.

Di seguito gli atleti trovati positivi e sospesi: Simon Dean,Adam Rose,Booker T,Chris Masters,Evan Bourne,Konnor,Mr. Kennedy,Randy Orton,Rey Mysterio,Umaga, Charlie Haas,David Hart Smith,Edge,Funaki ,Gregory Helms, Hornswoggle,John Morrison eWilliam Regal.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto