È arrivata oggi l’ufficializzazione del rinvio della Tirreno Adriatico e della Milano Sanremo, le due corse di Ciclismo del calendario World Tour organizzate da RCS Sport. La Tirreno era in programma dall'11 al 17 marzo, mentre la Classicissima di Primavera si sarebbe dovuta svolgere sabato 21 marzo. Lo stop si è reso inevitabile dopo il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri con le misure che sono state attuate per contenere il diffondersi dell’epidemia. RCS ha però sottolineato con forza che non si tratta di un annullamento definitivo delle corse, ma solo della necessità di posticiparle trovando delle nuove date nel calendario del ciclismo internazionale.

Ciclismo fermo in Italia

Dopo la notizia del rinvio della Strade Bianche, ufficializzata ieri, sono arrivate oggi anche quelle relative alle altre corse in programma in Italia in questo mese di marzo. RCS Sport non ha potuto fare altro che rimandare tutte le sue gare, la Tirreno – Adriatico che era in programma dall’11 al 17 marzo, la Milano – Sanremo del 21 e anche il Giro di Sicilia che si sarebbe dovuto svolgere dall’1 al 4 aprile. “Non esistono le condizioni per garantire quanto previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana del 4 marzo e per garantire la salvaguardia della salute pubblica e della sicurezza di tutte le persone coinvolte” si legge nella nota diffusa dalla società organizzatrice per confermare il rinvio delle corse.

Il ciclismo italiano resterà così fermo a lungo, almeno fino al via del Tour of the Alps di fine aprile. Anche le altre corse in programma in Italia in questo periodo non hanno potuto fare altro che seguire l’esempio di RCS Sport e decidere per il rinvio. Il Gs Emilia ha infatti annunciato lo stop alla Settimana Coppi e Bartali, in programma dal 25 al 29 marzo, e l’UC Larcianese del Gp Industria e Commercio che si sarebbe svolto domenica 8 marzo.

Stessa sorte per il Trofeo Binda, la classica italiana più importante del ciclismo femminile che si sarebbe tenuta il 22 marzo.

Primo recupero fissato, le altre corse in attesa

Tutte le società organizzatrici delle corse coinvolte in questa raffica di rinvii hanno evidenziato che si tratta di posticipare le gare e non di annullarle definitivamente. Sia RCS Sport che le altre società si sono già attivate per chiedere all’Uci di ricollocare le corse in una nuova data.

Cycling Sport Promotion, organizzatrice del Trofeo Binda femminile, ha già trovato una soluzione molto valida. La gara è stata posticipata a martedì 2 giugno, Festa della Repubblica, giornata in cui si recupererà anche la corsa riservata alle juniores “Trofeo da Moreno”.

“La richiesta alla Federazione Ciclistica Italiana l’abbiamo inoltrata ieri sera ed oggi è arrivato il nulla osta. Ora siamo in attesa dell’autorizzazione da parte dell’Unione Ciclistica Internazionale” ha dichiarato Mario Minervino, presidente di Cycling Sport Promotion. Per le corse maschili la situazione è un po’ più complicata visto l’affollamento del calendario, soprattutto in questa stagione che prevede anche le Olimpiadi.

La Milano Sanremo e le altre corse sono in attesa di conoscere il loro destino, che potrebbe seguire la strada tracciata dal Trofeo Binda con l’inserimento al termine del Giro d’Italia o attendere il finale di stagione per essere accorpate alle altre gare del ciclismo italiano in programma in quel periodo.

Segui la nostra pagina Facebook!