Con la stagione agonistica ormai in archivio le attenzioni del mondo del Ciclismo si stanno concentrando sui movimenti del ciclo mercato. Le squadre del World Tour hanno in buona parte definito gli organici per il 2021, anche se alcuni colpi sono ancora da mettere a segno. Nelle ultime ore è stata molto attiva la Trek Segafredo. La squadra di Vincenzo Nibali ha annunciato tre nuovi arrivi che guardano soprattutto al futuro. Il più atteso in questo terzetto è certamente Antonio Tiberi, già Campione del Mondo a cronometro tra gli juniores e tra le più grandi speranze del ciclismo italiano.

Guercilena: ‘Tre corridori di valore per il futuro’

Con tre nuovi ingaggi anche la Trek Segafredo è ormai quasi arrivata al traguardo del completamento della rosa 2021. La squadra diretta da Luca Guercilena e capitanata da Vincenzo Nibali ha deciso di puntare molto sulla nuova generazione di corridori. Nel trio di nomi nuovi spiccano due ragazzi giovanissimi, l’azzurro Antonio Tiberi e il danese Mattias Skjelmose Jensen, oltre al ventiseienne eritreo Amanuel Gebreigzhabhier.

Tiberi è considerato una vera promessa del ciclismo italiano e arriva al professionismo ancora giovanissimo, dopo una sola stagione di passaggio negli under 23 con la Colpack. Il 19enne romano è stato Campione del Mondo a cronometro tra gli juniores e nel suo unico anno da under ha vinto il Trofeo Città di San Vendemiano, una delle gare giovanili più prestigiose del calendario internazionale.

Skjelmose Jensen è un ventenne danese in arrivo dal team continental Leopard Pro Cycling con cui ha fatto quest’anno le prime esperienze tra i pro. Nella sua carriera giovanile vanta anche un terzo posto alla Roubaix per juniores e la vittoria nel Tour du Pays de Vaud, corsa a tappe di Nation Cup. Gebreigzhaibier è il corridore più esperto del terzetto: ha 26 anni e tre stagioni nel World Tour con la Dimension Data e la NTT.

“Dopo aver consolidato la squadra con degli importanti rinnovi, abbiamo deciso di aggiungere tre nuovi corridori capaci di apportare del valore, anche pensando al futuro” ha dichiarato Luca Guercilena, Team manager della Trek Segafredo.

Ciclismo, tanta Italia nella Eolo

Una delle grandi novità della prossima stagione del ciclismo sarà il debutto della Eolo Kometa nella categoria Professional.

Si tratta della squadra di Alberto Contador ed Ivan Basso, che nelle scorse stagioni militava nella categoria Continental ed ora è pronta al salto di qualità. Sarà una formazione con tanta Italia, non solo per l’affiliazione, per la presenza di Basso e del main sponsor, ma anche nell’organico dei corridori. Del team farà parte anche Manuel Belletti, 35enne romagnolo in arrivo dalla Androni e già annunciato ufficialmente, e molto probabilmente anche Luca Pacioni e Luca Wackermann.

A questa squadra era stato accostato anche il nome di Fabio Aru, ma Basso e Contador hanno smentito il possibile ingaggio del corridore sardo. Per l'ex Campione d'Italia si era parlato anche di un contatto con la Alpecin Fenix, la formazione di Mathieu van der Poel, ma anche in questo caso la notizia è stata smentita dalla squadra olandese.

L’ultima pista sul futuro di Fabio Aru è quella che porta alla Vini Zabù. Difficilmente infatti Aru potrà trovare spazio in un team World Tour e la Vini Zabù potrebbe rappresentare una buona opzione. La squadra di Angelo Citracca è infatti alla ricerca di un corridore di spicco dopo le partenze certe di Giovanni Visconti e Luca Wackermann e il rilancio di Aru sarebbe un progetto interessante e di un certo rilievo mediatico.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!