Al caldo di Calpe, nel sud della Spagna, Remco Evenepoel sta preparando il gran rientro alle corse. Il ventenne belga, atteso nel mondo del Ciclismo come il fenomeno capace di segnare un’epoca, ha chiuso bruscamente la sua stagione 2020 volando giù da un ponte in un tratto di discesa del Giro di Lombardia, lo scorso Ferragosto.

Da allora Evenepoel ha fatto passi da gigante per recuperare dalla frattura del bacino rimediata in quel pauroso incidente, ed è tornato a pedalare con grande anticipo sulle previsioni. Il corridore della Deceuninck ha prestato grande attenzione anche al suo regime alimentare in questi ultimi mesi e i risultati di quello che ha definito “un nuovo stile di vita” non si sono fatti attendere.

Evenepoel: ’26 ore in bici in una settimana’

Remco Evenepoel ha bruciato i tempi nel suo percorso di recupero dalla frattura del bacino rimediata nell’incidente del Giro di Lombardia. Nei programmi stilati dopo la caduta, il vincitore della Clasica di San Sebastian avrebbe dovuto riprendere a pedalare solo ora, invece è ormai in sella da circa un mese e sta aumentando progressivamente l’intensità dei suoi allenamenti. Da qualche giorno Evenepoel si trova a Calpe, per continuare la preparazione sfruttando il buon clima del sud della Spagna. “Ho avuto una buona prima settimana. Sono stato in bici per 26 ore, ho fatto 763 chilometri. Ho percorso rispettivamente 118, 112, 141, 51, 105 e 95 chilometri. Dopo l’allenamento ci godiamo il sole, facciamo una passeggiata sulla spiaggia” ha raccontato il corridore belga che in Spagna è in compagnia della fidanzata.

Evenepoel ha parlato dei programmi per il suo 2021, spiegando di voler debuttare quanto prima, magari già alla Vuelta Valenciana di inizio febbraio, e di puntare soprattutto alle Olimpiadi e ad un grande giro, senza specificare quale. “Ho perso un anno e sono impaziente. A volte ne parlo con Iljo Keisse. Sarebbe bello fare il mio primo grande giro con lui.

La prima possibilità sarà a maggio, ma è ancora molto lontana” ha commentato l’ex Campione europeo a cronometro.

Evenepoel: ‘Il mio corpo si è resettato’

Evenepoel ha poi raccontato di come ha iniziato a prestare grande attenzione all’alimentazione in questi ultimi mesi. Il corridore belga era molto preoccupato di ingrassare dopo l’incidente del Giro di Lombardia che lo ha costretto ad un lungo periodo di inattività.

Invece il suo peso attuale è molto al di sotto di quello che registrava un anno fa in questo stesso periodo di bassa stagione, ma inferiore anche a quello con cui si è presentato al via delle corse nel mese di agosto. “Il mio peso attuale oscilla tra i 59 e i 60 chili. Sono quattro o cinque chili in meno di un anno fa. Va da sé che devo spingere meno watt per correre altrettanto velocemente. Nelle prossime settimane faremo dei test e ci faremo un’idea più precisa”, ha raccontato Evenepoel, aggiungendo che questa perdita di peso non è dovuta ad una diminuzione della massa muscolare.

“Ovviamente ho perso molta massa muscolare nel periodo di inattività, ma ora è tornata. Il mio corpo si è resettato. Sapevo che ogni chilo in più sarebbe stato un chilo di troppo.

Avevo paura di ingrassare, quindi ho prestato particolare attenzione”, ha dichiarato il ventenne belga, che ha scoperto l’importanza della nutrizione. “Ho studiato e imparato molto. Ormai è diventato un nuovo stile di vita. Mi prendo molta cura di me, ma mi lascio andare una volta alla settimana. Come qui, dopo un lungo allenamento e un consumo calorico più alto a volte andiamo al ristorante”, ha raccontato Evenepoel.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!