La tassa automobilistica, più nota a tutti col termine bollo dell'auto o tassa di circolazione (termine scarsamente ormai utilizzato in considerazione della tassa come una tassa sul possesso della vettura) è una tassa che occorre versare alla propria Regione per tutti o quasi tutti gli autoveicolo e\o motoveicoli che sono stati immatricolati nella Repubblica Italiana.

L'importo su questa tassa automobilistica varia da veicolo a veicolo in quanto è una tassa calcolata in base ai kilowatt pertinenti del motore (in pratica dalla potenza del motore) per cui non c'è da stupirsi se qualche nostro amico paga un importo maggiore o minore rispetto al nostro.

Anche le date di scadenza variano da veicolo a veicolo in quanto la scadenza del bollo dell'auto è da considerarsi in base alla data di immatricolazione ed è , in funzione di questa, annuale. Non tutti devono però provvedere al pagamento di questa tassa; alcuni possono infatti usufruire di esenzioni o riduzioni al pagamento.Sono esenti ad esempio tutti quei veicoli di interesse storico e siano però iscritti nell'apposito registro; sono esenti anche soggetti disabili (solo però con particolari forme e percentuali di invalidità attestata).

Il pagamento può essere effettuato in diversi modi;presso le agenzie ACI oppure anche presso le Poste Italiane o presso le tabaccherie che forniscano però il servizio Lottomatica.

E se non si paga il bollo che succede? Il bollo come sopra indicato è una Tassa automobilistica e in quanto tale, in caso di morosità,  potranno essere applicate sanzioni e interessi. #Bollo auto