Siamo agli sgoccioli della scadenza per le nuove Mini #imu e Tares, le tasse che stanno facendo impazzire l'Italia, con i contribuenti sempre più affollati nei centri di assistenza fiscale per sapere come eseguire ogni calcolo.

Tante le discussioni, ma ormai è ora di pagare: entro il 24 gennaio 2014 si dovrà versare l'importo sulla tasse della prima casa e su quella dei rifiuti. Ma a complicare la vita ai contribuenti è la difficoltà che sta riscontrando tutta Italia per eseguire dei 'semplici' calcoli per l'importo della Mini Imu, mettendo 'sotto assedio' i Caf. E come fare a pagare la Tares se in svariati comuni non sono ancora giunti a destinazione i bollettini prestampati?

Se ormai di calcolo e scadenza Mini Imu 2013 se ne è sentito parlare molto, va assolutamente sottolineato che anche la Tares va pagata entro pochi giorni, venerdì 24 gennaio appunto. La tassa sui rifiuti, forse ancora in molti non lo sanno, ha avuto una maggiorazione di 30 centesimi di euro al metro quadro. A detta di legge, l'operazione che farà incassare nientemeno che un miliardo di euro allo stato, ha lo scopo di coprire la gestione dei servizi indivisibili, una manovra di 'salvaguardia'. A seconda dei comuni d'Italia, come dettato dalla legge di Stabilità, la Tares potrebbe già essere stata fatta pagare completamente a dicembre in alcuni paesi, mentre in altre città tutto si è mosso a gennaio, altri ancora potrebbero pagare soltanto la maggiorazione entro il 24 gennaio 2014.

Per fare un esempio, a Roma tutto andrà pagato in un solo colpo, mentre a Firenze tutto già si è concluso a dicembre.Tra l'altro, nella città toscana, non è nemmeno necessario pagare la Mini Imu. Tutti questi 'sfasamenti' da comune a comune, non fanno altro che disorientare ancora di più i contribuenti, pertanto il consiglio è di verificare sul portale del Comune appartenente se e quando c'è da pagare.

Basterà? Forse. Infatti, l'augurio, visto gli ultimi ritardi, è che i bollettini arrivino per tempo. Però, niente paura: per eventuali disguidi imputabili al comune di ritardi di invio modello F24 e bollettini, non ci saranno sanzioni per i contribuenti, questo per quanto concerne la Tares.

Mentre continuano i grattacapi per il calcolo dell'Imu, con Caf e contabili che ne stanno passando delle brutte, avanza l'ipotesi di un un rinvio del pagamento della tassa sulla prima casa a giugno. Tuttavia, meglio non rischiare e pagare entro la scadenza del 24 gennaio 2014, anche se la situazione non sembra tra le più facili.

Voi siete riusciti a calcolare l'importo della prima casa da versare? Ecco un aiuto che vi eviterà ore nei centri di assistenza fiscale: Calcolo Mini Imu 2013.